“Dove tu metti il punto io metto il punto e virgola”

Siamo di nuovo al cospetto di una frase digitata su google da un lettore che è poi approdato su questo blog.
Immagino che l’interessato cercasse conferme all’uso del punto e virgola: conferme oppure ipotesi di come usarlo.
Vi ricordo che queste frasi, come quella del titolo e le altre di cui mi sono occupata in passato (molti post li trovate raggruppati in questo tag) provengono dalle ricerche su google che i lettori di questo blog effettuano.

Il punto e virgola non è la stessa cosa del punto, questo è ovvio. Quindi “dove tu metti il punto io metto il punto e virgola” non è sempre verità. Può esserlo in alcune situazioni e sarebbe utile scoprire in quali per usarlo di più.
Tempo fa – santo cielo! nel 2009! – Continua a leggere ““Dove tu metti il punto io metto il punto e virgola”” →

La mia ‘guida’ per i dialoghi

     

Pagine del libro Il sorcio, di Georges Simenon, ed. Adelphi – traduzione di Simona Mambrini

 

I dialoghi sono un punto molto importante nella scrittura. Come si scrivono, con che parole, con quale stile? Abbiamo già letto centinaia di articoli e qualcosa crediamo di avere capito.
Quello che mi preme è (anche) la corretta punteggiatura. Siamo tutti d’accordo che non esista un’unica “corretta” punteggiatura perché, come sappiamo, ogni editore ha un suo modo di formattare i dialoghi. Continua a leggere “La mia ‘guida’ per i dialoghi” →

La ‘punteggiatura’ nei dialoghi

errori-da-correggere

Uno degli argomenti più ostici: come si definisce e mostra un dialogo?
Non dico “come si scrive”, argomento ancora più difficile e non ‘insegnabile’ a mio parere, ma almeno presentiamolo a modo ‘sto dialogo!
Scegliere tra virgolette alte, trattino e ‘caporali’ (virgolette basse che non si fanno (NON) con questi orribili segni come mi è capitato di vedere: << per l’apertura e >> per la chiusura).
Orribili. E c’è chi li mette anche in un testo serio da presentare a un editore.
Le caporali sono queste: « per l’apertura, e » per la chiusura. Ogni pc ha dei tasti combinatori per crearle, compreso il Mac (ovvio. Anzi, il Mac li avrà creati prima degli altri) :).
Se non sapete quali sono, fate una ricerca e scopritelo. Nel mio Mac premo alt + 1 e creo «, le caporali d’apertura, premo alt + Maiuscole + 1 per le caporali di chiusura: » Continua a leggere “La ‘punteggiatura’ nei dialoghi” →

Filastrocca della punteggiatura – di Pino Bullara

Filastrocca della punteggiatura

Filastrocca della punteggiatura,
per una bella e chiara scrittura.
Filastrocca di punti e puntini,
di virgole, virgolette e trattini.

La maestra dice l’alunna è impreparata.”*
Che confusione in questa frase data.
Non si capisce chi è l’ignorante;
sarà l’alunna, oppure l’insegnante? Continua a leggere “Filastrocca della punteggiatura – di Pino Bullara” →

L’importanza della virgola

Sto rileggendo un mio vecchio racconto (intendo proprio vecchio: del 2003) e noto con grande dispiacere che sarebbe improponibile. Noto anche che all’epoca ero ancora malata di ‘virgolite acuta’, la malattia che avevo in quegli anni e che comporta un uso smodato della virgola: virgole a iosa, a profusione e, quasi sempre, a sproposito.
Incollo qui sotto alcune frasi. Chi si volesse divertire può correggerle. Sarebbe interessante vedere le varie interpretazioni.
La punteggiatura può essere anche una questione di stile dell’autore ma su certe regole non si dovrebbe neanche discutere, e io in questo racconto sono alquanto discutibile. Continua a leggere “L’importanza della virgola” →