La pagina natalizia 2016

kompozerscreensnapz001

 

Ecco la testata Рil logo come sempre ̬ di Arthur che ringrazio Рdella nostra Pagina Natalizia di Scriveregiocando.
Sono tornata al rosso/bianco/oro: un classico che non stanca mai. Ogni tanto cambio, ma il rosso fa subito festa e, quindi, non si può abbandonare.
Quest’anno abbiamo qualche new entry: Marco Freccero – che sta per lanciare il suo nuovo ebook, l’ultimo della “Trilogia delle erbacce” – che si cimenta per la prima volta con i versi. Poi abbiamo Marco Guerrina – che si è sempre cimentato, ma a volte non ha voglia di scrivere e quindi è sempre una new entry.
Angélique Gagliolo – che non è tra le più “anziane” contributrici e che mi ha scritto per chiedere se era ancora in tempo -, Vincenzo Celli, che ha sempre poco tempo e tante rogne da risolvere, ma ha scritto lo stesso solo per farmi contenta. Continua a leggere “La pagina natalizia 2016” →

Camilla – di Patrizia Mezzogori

presepe Patrizia

 [Presepe realizzato dall’ex Sindaco di Comacchio, Giglio Zarattini, scomparso prematuramente. Presepe che Giglio Zarattini realizzò disegnando la Natività su una tavola di compensato e che in seguito i falegnami sagomarono dandogli vita. La foto è stata scattata alla mostra che è stata allestita in sua memoria nel vecchio Ospedale di Comacchio, ora diventato museo.]

Camilla aveva sempre creduto di essere una persona giudiziosa, tutta d’un pezzo, di quelle che non si lasciano trascinare facilmente in storie che non hanno né capo né coda; invece, come spesso accade, si rese conto che non era per niente così, ma che era molto fragile e facilmente influenzabile. Forse l’essere considerata una persona forte da parte di chi la frequentava, le aveva alla fine fatto credere che fosse vero e aveva basato la sua vita su questa convinzione. Eppure qualche cosa, nel suo intimo, le diceva che non era così, quel pizzicore che sentiva e le creava un costante malessere ormai non l’abbandonava quasi più, era diventato un compagno sempre presente in ogni momento della giornata. Camilla era una giovane donna dal cuore grande, che aveva mantenuto molto del suo lato bambino, quello giocoso, quello che cerca affetto e attenzioni, e al quale piacciono molto le coccole, ma si vergognava a mostrarlo e quindi si presentava come una persona seria, molto posata, che non si lasciava andare facilmente a confidenze, mantenendo per sé quelle che lei considerava le sue debolezze e che l’avrebbero mostrata vulnerabile, anche se questo suo atteggiamento spesso l’aveva resa e continuava a renderla antipatica agli occhi di molti e quindi la condannava a essere spesso sola. Continua a leggere “Camilla – di Patrizia Mezzogori” →

Il presepe di Gaspare – di Fausto Marchetti

PREPEPIO POPOLARE  - MASSIMO CARLI BALLOLA

Presepio popolare – Massimo Carli Ballola (foto Patrizia Mezzogori)

 

Incastonato nella quotidianità fitta di rumori e di voci della zona industriale, il silenzio della cascina dei Macì è un’oasi seminata nel terreno sassoso e spinoso delle fatiche, degli odi e delle bestemmie.
I tralci secchi di vite scoppiettano nel camino spandendo luce e calore nella grande cucina.
I due fratelli ottantenni sono soli. La prima domenica di aprile, dopo aver servito loro il pranzo, la sorella Lauri ha esalato l’ultimo respiro accasciata sul piatto di polenta e coniglio arrosto.
Lo sguardo di Innocente è fisso sul duello delle lame incandescenti nel fuoco; i suoi pensieri si attorcigliano come edera intorno a braccia e gambe e affondano le radici nella mente e nel cuore.
Gli anni portano con sé la debolezza generale dell’organismo e l’appannamento mentale.
La nostra vita è un fuoco spento, c’è ancora qualche brace sotto il velo della cenere, ma non c’è più la voglia o la forza di soffiare, siamo ombre che passeggiano senza la voglia di ricominciare.
Gaspare è alla finestra. Fuori è ancora buio. In lontananza luccicano le lampadine degli alberi di Natale, stelline intermittenti come i suoi pensieri: assenti sul presente e presenti sul passato; lui ha un’altra vita, colma di fantasticherie, chimere e miraggi, dall’alba al tramonto veleggia sulla superficie degli eventi e si astrae nel sogno. Continua a leggere “Il presepe di Gaspare – di Fausto Marchetti” →

Natale 2013. La pagina e il magazine

Scriveregiocando_2013_om_N

Eccoci pronti ad affrontare il Natale.
Abbiamo la pagina natalizia 2013!
Quest’anno mi sembrava di stare sul set di un film: delle comiche però!

I lavori sono arrivati a spezzoni, molti direttamente ad Arthur (perché conoscenze dirette e perché lui ha coinvolto molti lettori del suo blog. Grazie Arthur e grazie ragazzi) e alla fine sono arrivati dei racconti sul limite del tempo a pagina quasi sistemata.
Avevo iniziato bene, devo dire, con una cartellina apposita “file natale 2013”, in cui mettevo tutti i testi arrivati, le immagini mandate degli amici ecc. A un certo punto, però, mi sono persa e ho perso di vista alcuni lavori. Allora è iniziato un gioco tra me e il Capo del reparto grafica (sempre Arthur): ma la poesia di … dov’è finita? e l’immagine di? e quel racconto?
Ma come ? Ma ti perdi le cose?
Potrei dire che è stato divertente e un po’ lo è stato davvero. Continua a leggere “Natale 2013. La pagina e il magazine” →

È già Natale

Scriveregiocando-2012om1

Quest’anno ho faticato per creare la pagina natalizia: cambio di computer e relativo cambio di programmi. Dopo undici anni di frontpage mi sto adattando all’uso di un programma che vuole fare di sua testa e che non accetta le mie richieste.
È stata dura, ma infine ce l’ho fatta ed ecco la nostra pagina natalizia 2012.

Ringrazio tutti per il contributo e per la fiducia con cui mi seguite da tanti anni.
Ringrazio anche calorosamente le new entry: Carla, Lely, Patrizia e Semprevento che ci hanno mandato le loro creazioni, di testo e non. Continua a leggere “È già Natale” →