“La centesima finestra” in promozione solo per oggi

Solo per oggi, 19 febbraio 2021, il mio romanzone preferito, La centesima finestra,  è in offerta su tanti store.

Anziché 4,99, lo troverete a 1,49 su Amazon. Offerta del giorno, signori! Datevi una mossa 😀

Prima però, se ancora non lo conoscete, vi linko alcuni post: Continua a leggere ““La centesima finestra” in promozione solo per oggi” →

La centesima finestra – la crisi di Dario

giardino sant'Orsola Bologna

Continuo con gli assaggi del mio ‘romanzone’: dopo avere pubblicato la pag. 97  (lo sapete cosa si dice della pag 97 dei libri, no?) e la lite tra Annalisa e Paolo (il post più letto nelle ultime settimane), pubblico uno dei miei brani favoriti, che mi suscita sempre forti emozioni. Come si legge nei ringraziamenti in coda al romanzo, per scrivere cartelli ‘veri’, mandai un’amica, Paola Minghetti,  (che oggi è in ospedale e che leggerà quando uscirà dalla sala operatoria) durante la pausa pranzo a copiare tre cartellini degli alberi sotto al suo ufficio (AGEOP). Si è parlato di quanto sia importante sapere se i cartellini sono ‘veri’. Per me lo era allora e lo è ancora oggi. Ho visto Dario che piangeva attaccato a quella magnolia e forse l’ho scritto così proprio perché sentivo l’ambiente. Chiunque passi dal giardino dell’ospedale Sant’Orsola può vedere e ricordare la sua ansia. Continua a leggere “La centesima finestra – la crisi di Dario” →

Loriano Macchiavelli e il radium

Ieri sera ho assistito alla proiezione di un docu-film sul Radium e sull’importante operazione di lotta partigiana che coinvolse il primario di radiologia dell’ospedale Sant’Orsola di Bologna, Giuseppe Palmieri.
I Nazisti volevano il radium per i loro scopi ma il dottor Palmieri lo voleva per i suoi malati e non intendeva cederlo ai tedeschi. Lo fece nascondere quindi, in una casa di via San Vitale 57 e quando il capitano delle SS arrivò con i suoi scagnozzi e uno scassinatore per aprire la cassaforte (aprire! diciamo scassinare, che gli toccò pure usare la fiamma ossidrica) ebbe la sorpresa di trovarla vuota. Continua a leggere “Loriano Macchiavelli e il radium” →