La scrittura fa la differenza

Certo. Ovvio.
Anche lo stile. E, se è vero che ogni autore ha un suo stile, rimaniamo a volte spiazzati da libri in cui l’autore diventa altro, si distacca dal suo ‘solito’ stile – e lo scrivo ben sapendo che un autore vero può avere mille volti – e crea libri che volentieri gli lanceremmo addosso anche se è uno dei nostri autori del cuore o di riferimento.
Come ho scritto nei commenti al post precedente, Continua a leggere “La scrittura fa la differenza” →

Il cerchio – la mia lettura

cerchio-eggersDave Eggers
Il cerchio
Traduzione di Vincenzo Mantovani
Mondadori Editore

Pagine 391, euro 20,00

 

 

In questo romanzo, tradotto da Vincenzo Mantovani, Dave Eggers racconta una sua visione di un futuro prossimo che in parte è già con noi.
Ci domandiamo mai cosa stiamo facendo quando comunichiamo, condividiamo, raccontiamo aspetti di un nostro privato che una volta non avremmo mai pensato possibile condividere con altri?
Cosa succederebbe se google, facebook, twitter, instagram, linkedin, pinterest, tumblr (e tutti gli altri social che vi vengono in mente) li poteste raggiungere all’istante con un solo login, un unico username, una sola password, e se con lo stesso login poteste raggiungere ogni altra piattaforma di servizi, comprare e pagare qualsiasi cosa, inviare messaggi a tutto il mondo in ogni istante, il tutto gratuitamente riunito in un unico servizio? Continua a leggere “Il cerchio – la mia lettura” →

Olivia, ovvero la lista dei sogni possibili

Olivia Paola Calvetti

Olivia, ovvero la lista dei sogni possibili

Paola Calvetti

Mondadori, 2012

Un altro prestito bibliotecario. A volte entro e prendo il primo libro che trovo, leggo la quarta e decido di portarmi a casa il libro.
Anche per Olivia è accaduto così. Paola Calvetti non l’avevo mai letta; il nome mi era noto però.
Dalla sua bio scopro che ha fatto parecchie cose, anche scritto per la Rai e curato l’ufficio stampa della Scala e la comunicazione di aziende. Continua a leggere “Olivia, ovvero la lista dei sogni possibili” →

Il diavolo, certamente

Il-diavolo-certamente-di-Andrea-Camilleri

Il diavolo, certamente
Andrea Camilleri

Mondadori, 2012

Questo è il secondo libro di Camilleri, edito da Mondadori, che rivela un autore diverso da ciò che conosciamo.
Ma questo mica l’ho comprato, memore della lettura deludente di Un sabato con gli amici (di cui credo di avere parlato nel blog, ma ora non trovo il riferimento. E comunque, me lo regalarono, ma devo dire che l’avrei comprato. Non ho attenuanti).
Premesso che davanti a Camilleri mi tolgo sempre il cappello (ora non l’indosso, ma è come se l’avessi. tra l’altro, con i cappelli sto da dio), qui non ci siamo proprio.

Continua a leggere “Il diavolo, certamente” →

Nel dubbio, taglia!

potare009

Scrivere è facile, si pensa prima di iniziare.
Si pensa a una cosa, a una storia e si batte sui tasti.Una cosa tipo essere al bar e raccontare agli amici, una cosa come farebbe il Gianni.
Ma scrivere non è: “Si alzò di cattivo umore, si trascinò in bagno, pisciò senza badare a dove bagnava ed evitò di guardarsi allo specchio. Andò in cucina e bevve il caffè, imprecò perché era freddo e giurò di farla pagare a Clara, quella moglie inutile che si trovava appresso. Il giornale non era sul tavolo e il bar era chiuso. si domandò cosa avrebbe fatto di quel martedì”.
E via per trecento pagine, tanto per fare cumulo. Continua a leggere “Nel dubbio, taglia!” →

Sono un[a] self-publisher

Questa frase fra poco sarà inflazionata. Il self-publishing sta aprendo porte che fino a poco fa erano nascoste nella polvere burocratica dell’editoria.
Sarà un male, dicono molti.
È un bene, dicono altri.
Di certo, è qualcosa che non passerà e passa inosservato.
Sarà il fenomeno di questi mesi, se è vero, e lo è, che anche Mondadori sta per lanciare la sua piattaforma.

Cosa deve fare un autore per autopubblicarsi?
Prima di tutto deve sapere che ogni tipo di lavoro, sporco o pulito, toccherà a lui. Continua a leggere “Sono un[a] self-publisher” →