Libri da leggere questa estate

Sotto l’ombrellone, ma anche in montagna o al lago, ci concediamo dei momenti di tranquillità. E cosa c’è di meglio di un buon libro per farci compagnia in questi momenti?
Infatti in estate la vendita di libri aumenta e in giro si vedono tante copertine o lettori digitali (io preferisco vedere libri ‘veri’ così posso sbirciare i titoli, cosa che con i dispositivi elettronici non si vedono).
Quindi, cosa potremmo leggere questa estate? Continue reading “Libri da leggere questa estate”

Annunci

Leggere con consapevolezza

Tutti sanno leggere, no? No.
Non è così scontato. Scorrere le parole e capirne il senso è, forse, una cosa che in molti sanno fare. Avere consapevolezza di ciò che si legge è, invece, una cosa molto diversa.
Cosa ci sta mostrando l’autore? Ci sta dicendo qualcosa?
Perché sceglie queste parole e non altre? Perché mostra questi gesti?
La letteratura è un artigianato di precisione: il cesello toglie quello che non serve e mette in risalto il necessario.  Continue reading “Leggere con consapevolezza”

L’estetica della pagina scritta

[Paul Gauguin, Nafea Faa Ipoipo (Quando ti sposi?, ndr), 1892]

Da quando ho iniziato il mio percorso di scrittura ho modificato tante cose: sarebbe bello dire in meglio, ma questo non posso dirmelo da sola.
Ho tentato di correggere errori e modi sbagliati di fare le cose, ho sistemato qualche accento (non quello su ‘perché’ che l’ho sempre gestito bene), ho migliorato la punteggiatura. Continue reading “L’estetica della pagina scritta”

Leggere un romanzo

patty
La piacevolezza della lettura è un fatto personale: a chi piacciono i romanzi storici e chi cerca le storie forti, chi ama le storie d’amore e chi le detesta.
Io apprezzo una storia non di genere (se fosse di genere amo il noir e il thriller) ambientata nel 2015 (l’anno prossimo mi piacerà ambientata nel 2016), con personaggi veri. Fine.
La storia mi deve appassionare fin dall’inizio altrimenti mollo la lettura. Continue reading “Leggere un romanzo”

Una mia intervista su ScrivendoVolo

È uscita ieri, sul sito di ScrivendoVolo, un’intervista alla sottoscritta curata da Alessandra Flamini.
Nell’articolo rispondo ad alcune domande sulla scrittura, la lettura e l’editoria (tipo opinionista in tv, che parla di tutto ma non sa nulla).
L’intervista è di qualche mese fa. Ricordo che in quel periodo avevo pensato di farmi un’autointervista. A volte mi chiedo delle cose e mi piacerebbe rispondermi Continue reading “Una mia intervista su ScrivendoVolo”

Riflessioni sulla lettura e su Emma Bovary

A volte leggo dei commenti in coda a un racconto sul web, oppure su aNobii, che tranciano giudizi spietati su un personaggio: “Lo detesto perché ha un comportamento negativo ed egoista”, “Ma si può tradire in questo modo? È disgustoso”.
Io non ragiono in questi termini: se il personaggio è disgustoso mi pare un buon segno: i personaggi non sono lì per deliziarci la vita, non sono marionette che agiscono a comando e che ci mostrano il lato bello della vita. Continue reading “Riflessioni sulla lettura e su Emma Bovary”