Verso la fine dell’anno: non propositi ma progetti

treno-alfabeto

Qualche giorno fa, su facebook, Fausto Marchetti ha ricordato il gioco letterario Più incipit per tutti ( qui il lancio del gioco, e qui l’uscita dell’ebook con tutti racconti) a cui in tanti hanno partecipato nel lontano… che anno era?, e ha suggerito di organizzarne ancora. In risposta ho scritto “perché no” e magari nel 2017 ne potremmo organizzare davvero uno. Che ne pensate?
Se qualcuno ha un’idea sul modus, è il benvenuto. Dite pure la vostra. Continua a leggere “Verso la fine dell’anno: non propositi ma progetti” →

Più incipit per tutti – l’antologia

 

Ecco la nostra antologia finalmente. È stata una lunga operazione, con grande dispendio di energie (non mie ma di Marco Freccero e Giovanni Venturi che ringrazio sentitamente) e molte mail che viaggiavano da un pc all’altro coprendo l’Italia da nord a sud e viceversa (ma come scrivo oggi?). Continua a leggere “Più incipit per tutti – l’antologia” →

La solita musica – incipit n.5

“Voglio entrare nella tua anima” disse lui pensando che avrebbe voluto entrare in quell’anima calda e umida che lei aveva in mezzo alle gambe.
Le mise una mano sulla schiena e la fece girare in un ballo languido in mezzo alla sala del circolo. Il paese era tutto lì, la domenica pomeriggio. Continua a leggere “La solita musica – incipit n.5” →

Torneremo a ballare – incipit n.5

“Voglio entrare nella tua anima” disse lui pensando che avrebbe voluto entrare in quell’anima calda e umida che lei aveva in mezzo alle gambe. Le mise una mano sulla schiena e la fece girare in un ballo languido in mezzo alla sala del circolo. Il paese era tutto lì, la domenica pomeriggio. Continua a leggere “Torneremo a ballare – incipit n.5” →

L’inquietudine e l’inchino – incipit n.5

“Voglio entrare nella tua anima” disse lui pensando che avrebbe voluto entrare in quell’anima calda e umida che lei aveva in mezzo alle gambe.
Le mise una mano sulla schiena e la fece girare in un ballo languido in mezzo alla sala del circolo.
Il paese era tutto lì, la domenica pomeriggio. Continua a leggere “L’inquietudine e l’inchino – incipit n.5” →