I racconti del condominio – il pdf

In questi giorni circola la voce (fasulla) che i Maya hanno indicato il 21 giugno 2020 come la vera fine del mondo. Allora ho pensato di finire tutti i progetti iniziati e non lasciare nulla di monco in questo mondo crudele – è vero che se moriamo tutti… -, quindi mi sono sbrigata a terminare la raccolta dei nostri racconti del condominio.
E oggi posso dire che anche il gioco letterario “I racconti del condominio” ha il suo pdf.

Chi non ha seguito tutti i racconti – anche se potevate farlo visto che non avevate niente da fare – può trovare tutto a questo tag.
Questo è l’elenco autori: Continua a leggere “I racconti del condominio – il pdf” →

I racconti del condominio – elenco autori

Dopo la presentazione – dovevo forse farlo prima, ma ‘sto isolamento mi scombussola -, pubblico a grande richiesta l’elenco autori, sperando di non dimenticare nessuno: Continua a leggere “I racconti del condominio – elenco autori” →

Futuro prossimo – il pdf

Finalmente! Ecco il nostro pdf con tutti i racconti del gioco letterario “Futuro prossimo”. Lo so che andrete subito a sfogliare per verificare se avevate indovinato i nomi degli autori e i relativi racconti.

Per chi non ha seguito prima, a questo tag trovate tutti i racconti e la fase iniziale del gioco.
Questo è l’elenco autori, ognuno con il suo link di riferimento, così potrete curiosare nelle pagine di tutti: Continua a leggere “Futuro prossimo – il pdf” →

Come procede “Futuro prossimo” – gioco letterario 2019

Come annunciato in questo post, il gioco letterario del 2019 si prepara a raccontarci come sarà la nostra vita nel 2054: neanche tanto in là ma visto la velocità con cui migliora, o peggiora, la nostra vita e la società che ci rappresenta, potremo avere grandi sorprese.
Sta ai nostri autori mostrarci cosa potrebbe accadere.
La scadenza per l’invio dei racconti è Pasqua 2019 ma qualcuno ha già scritto e inviato: Continua a leggere “Come procede “Futuro prossimo” – gioco letterario 2019″ →

Il Natale è in ognuno di noi – di Daniela Giorgini

Non so se ho voglia di Natale, quest’anno.
Tanto è sempre la stessa storia: luci, alberi, palline, presepi, regali e cibo. Ti senti buono per qualche giorno e, dopo l’Epifania, è già tutto bello e passato.
No no no, così non va bene. Se devo parlare del Natale, la parola d’ordine è positività, altrimenti otterrò la stessa reazione di un bambino al quale viene detto che Babbo Natale non esiste.
COME, NON ESISTE? Continua a leggere “Il Natale è in ognuno di noi – di Daniela Giorgini” →

Disagi 2.0 – il pdf del ‘disagio della tecnologia’

È vero, vi ho fatto aspettare, ma avevo detto ‘settembre’ e ho rispettato la promessa. D’altronde in luglio e agosto era troppo caldo per lavorare e in settembre avevo anche altri lavori da terminare.
Però, nonostante le disavventure – ho perfino cancellato il file ormai pronto, come ho scritto qui -, la complessità di ‘unire’ file scritti con programmi diversi, font multipli, e LibreOffice che mi ha fatto disperare finché l’ho disinstallato e buttato nel cestino, oggi vi presento la copertina, il titolo modificato – mi pare più definito – e il pdf dei racconti. Continua a leggere “Disagi 2.0 – il pdf del ‘disagio della tecnologia’” →

Babbo Natale e il regalo di Lupo Cattivo – di Daniela Giorgini

babbo-natale-000

Babbo Natale avrebbe fatto un solco sul pavimento del laboratorio se avesse continuato a camminare avanti e indietro ancora un po’. La notte più magica dell’anno si stava avvicinando e tutto sarebbe andato come previsto, se solo Green non fosse sparito. O meglio, se solo non fosse stato rapito.
Il capo elfo, Green appunto, era indispensabile nei preparativi finali, perché sua era la responsabilità dell’ultimo controllo: “un regalo per ogni bambino e a ogni bambino un regalo”. La macchina organizzatrice era partita ormai da mesi. A ogni elfo operaio era stato assegnato un giocattolo da realizzare nella quantità richiesta, salvo cambiamenti dell’ultimo minuto. Eventuali giochi già costruiti venivano lasciati in deposito per gli anni successivi e comunque alcuni articoli erano prodotti a ciclo continuo, perché non passavano mai di moda.
Terminata la produzione, Babbo si preoccupava di testare alcuni campioni nel caso fossero stati difettosi, non volendo provocare danni ai bambini, poi toccava a Green fare gli abbinamenti. Certo, Babbo poteva scegliere un altro elfo o fare lui stesso il lavoro, ma stava invecchiando e temeva di combinare qualche guaio. Green non lo aveva mai deluso, per questo da anni ormai aveva messo tanto nelle sue mani. Continua a leggere “Babbo Natale e il regalo di Lupo Cattivo – di Daniela Giorgini” →

La pagina natalizia 2016

kompozerscreensnapz001

 

Ecco la testata Рil logo come sempre ̬ di Arthur che ringrazio Рdella nostra Pagina Natalizia di Scriveregiocando.
Sono tornata al rosso/bianco/oro: un classico che non stanca mai. Ogni tanto cambio, ma il rosso fa subito festa e, quindi, non si può abbandonare.
Quest’anno abbiamo qualche new entry: Marco Freccero – che sta per lanciare il suo nuovo ebook, l’ultimo della “Trilogia delle erbacce” – che si cimenta per la prima volta con i versi. Poi abbiamo Marco Guerrina – che si è sempre cimentato, ma a volte non ha voglia di scrivere e quindi è sempre una new entry.
Angélique Gagliolo – che non è tra le più “anziane” contributrici e che mi ha scritto per chiedere se era ancora in tempo -, Vincenzo Celli, che ha sempre poco tempo e tante rogne da risolvere, ma ha scritto lo stesso solo per farmi contenta. Continua a leggere “La pagina natalizia 2016” →

Natale a rischio! – di Daniela Giorgini

IMG_0989

 

Babbo Natale e Green, il capo elfo, si stavano rilassando con una fumante cioccolata: per la prima volta erano riusciti a preparare tutto entro il 23 dicembre.
Il doppio controllo effettuato da Green aveva confermato che, nel sacco di Babbo Natale, c’era un regalo per ogni bambino che aveva ancora la luce accesa sul maxi schermo. Purtroppo ogni anno ce n’erano sempre meno.
Chi cresceva, non credeva più a Babbo Natale, mentre le nascite diminuivano.
– Babbo, domandò Green, pensi mai che un giorno non ci sarà più posto per noi?
– No, Green, perché non lo credo possibile. E poi, finché resterà anche solo una luce accesa nel mondo, io farò il mio viaggio. A proposito, domattina svegliamoci presto, voglio portare le renne a fare l’ultimo giro prima del grande volo. Quest’anno le abbiamo trascurate un po’ e si sono impigrite!
– Hai ragione, Babbo. Ma quei giochi tecnologici che dovevamo preparare hanno richiesto il tuo intervento più di una volta. Però sei stato previdente, devo ammetterlo, perché sono stati quelli più richiesti.
– Non sarò Babbo Natale per niente, no? – rise il vecchio accarezzandosi la barba.
– Eh, già. Comunque adesso vado, altrimenti domattina sarai costretto a venire a svegliarmi.
E Green si congedò, lasciando Babbo Natale a terminare la sua cioccolata, prima di andare a dormire. Continua a leggere “Natale a rischio! – di Daniela Giorgini” →

Si fa presto a dire Natale! – di Daniela Giorgini

albero_di_natale_0001

Si fa presto a dire Natale!
Amore, Pace, regali e stelle comete.
Ma viverlo come Dio comanda, magari tutto l’anno, non è mica così semplice e scontato.
Perché altrimenti andremmo in crisi in questi giorni di festa? Continua a leggere “Si fa presto a dire Natale! – di Daniela Giorgini” →

Babbo Natale esiste! – di Daniela Giorgini

lapponia-posta_hg_temp2_s_full_l

Babbo Natale e Green, il capo elfo, osservavano con attenzione gli elfi insacchettatori, addetti a riempire di giocattoli l’enorme sacco già posizionato sulla slitta.
Nessuno infatti sarebbe riuscito a trasportarlo, una volta pieno fino all’orlo.
Green spuntava i nomi dei bambini il cui regalo veniva infilato nel sacco.
“Gianni, Alberto, Laura, Michele, Giorgio, Benedetta, Angela, An…”
“Green, hai dimenticato Luisa!”, lo interruppe Babbo, che aveva una memoria prodigiosa e ricordava tutti i bambini di tutti i paesi, quartiere per quartiere. “Dopo la casa di Angela e prima di quella di Andrea, ci abita Luisa.”
Green cercò di mantenere la calma. Era conosciuto per la sua precisione e di certo Babbo lo aveva messo a capo della sua fabbrica di giocattoli proprio per questo.
Non poteva essersi sbagliato, ma non voleva nemmeno mancare di rispetto a Babbo.
Così ordinò agli elfi insacchettatori di fermarsi e, insieme al suo capo, rientrò nel laboratorio, dirigendosi alla sala comandi.
“Ecco, Babbo, vedi? Non c’è nessuna luce rossa sulla casa di Luisa.”
L’enorme planisfero elettronico che dominava la parete era pieno di luci rosse, i bambini che aspettavano con ansia l’arrivo dei doni.
Al ritorno di Babbo, dopo le consegne, le luci sarebbero diventate verdi, per essere sicuri di non aver dimenticato nessuno.
Se non c’erano luci accese sulle case, le possibilità erano due: o non c’erano bambini, oppure non credevano più a Babbo Natale.
“Non è possibile! – gridò Babbo – Ha solo cinque anni!”
Green era rimasto in silenzio, mentre guardava Babbo andare su e giù per la stanza, con gli occhi colmi di tristezza. Sapeva cosa stava pensando, ma sperava non glielo chiedesse.
Invece…
“Green, controlla quando si è spenta la luce rossa di Luisa e portami le registrazioni di quel giorno nello studio.”
“Ma Babbo, non è un’emergenza, capita sempre più spesso che bambini anche piccoli non credano…”
“Lo decido io se è un’emergenza o meno, chiaro?”
“Sì, Babbo. Scusami.”
E Green fece quello che gli era stato chiesto. Continua a leggere “Babbo Natale esiste! – di Daniela Giorgini” →

Natale 2013. La pagina e il magazine

Scriveregiocando_2013_om_N

Eccoci pronti ad affrontare il Natale.
Abbiamo la pagina natalizia 2013!
Quest’anno mi sembrava di stare sul set di un film: delle comiche però!

I lavori sono arrivati a spezzoni, molti direttamente ad Arthur (perché conoscenze dirette e perché lui ha coinvolto molti lettori del suo blog. Grazie Arthur e grazie ragazzi) e alla fine sono arrivati dei racconti sul limite del tempo a pagina quasi sistemata.
Avevo iniziato bene, devo dire, con una cartellina apposita “file natale 2013”, in cui mettevo tutti i testi arrivati, le immagini mandate degli amici ecc. A un certo punto, però, mi sono persa e ho perso di vista alcuni lavori. Allora è iniziato un gioco tra me e il Capo del reparto grafica (sempre Arthur): ma la poesia di … dov’è finita? e l’immagine di? e quel racconto?
Ma come ? Ma ti perdi le cose?
Potrei dire che è stato divertente e un po’ lo è stato davvero. Continua a leggere “Natale 2013. La pagina e il magazine” →

È già Natale

Scriveregiocando-2012om1

Quest’anno ho faticato per creare la pagina natalizia: cambio di computer e relativo cambio di programmi. Dopo undici anni di frontpage mi sto adattando all’uso di un programma che vuole fare di sua testa e che non accetta le mie richieste.
È stata dura, ma infine ce l’ho fatta ed ecco la nostra pagina natalizia 2012.

Ringrazio tutti per il contributo e per la fiducia con cui mi seguite da tanti anni.
Ringrazio anche calorosamente le new entry: Carla, Lely, Patrizia e Semprevento che ci hanno mandato le loro creazioni, di testo e non. Continua a leggere “È già Natale” →

Natale 2011 – Scriveregiocando

L’immagine che apre il post è quella del logo creato da Arthur per la pagina natalizia 2011 di Scriveregiocando.
Come sapete, ma se non lo sapete ve lo dico, ho avuto un periodo molto travagliato, tra cambio d’abitazione, visita dei ladri (cheliposs…) e intervento chirurgico (ieri) ma, avendo io un’ottima fibra e una determinazione indiscussa, sono riuscita a completare la pagina nei tempi previsti. Spero che il lavoro vi piaccia e che troviate il tutto divertente e gradevole.
Ringrazio di nuovo tutti gli amici affezionati che hanno contribuito alla realizzazione.

Ecco i link dei testi presenti:  Continua a leggere “Natale 2011 – Scriveregiocando” →