Scrittura e collaborazione, scouting e agenzie letterarie: ne parliamo con Punto&Zeta

Lo scrittore esordiente ha terminato la scrittura del suo romanzo. Si informa su internet e cerca qualche casa editrice appetibile per l’invio. Le informazioni sono tante, le case editrici sono moltissime – qualcuno dice troppe – e il nostro eroe non sa come muoversi e cosa fare.
Soprattutto, si domanda se il testo che ha scritto possa avere un valore. Si domanda se sia pronto per essere presentato. Abbiamo già esplorato qualche possibilità: agenzie che ci propongono valutazioni, editing e schede, e scrittori che si offrono come lettori e consulenti.

Oggi abbiamo la possibilità di parlare con Chiara Beretta e con Pepa Cerutti, le due socie dell’agenzia editoriale Punto&Zeta.

Nella home del vostro sito leggiamo “Agenzia editoriale”. Ci potete spiegare cosa significa questa dizione?

Pepa: mi piace definirci “consulenti di storie e di parole”, ma se vogliamo dirla in breve agenzia editoriale per noi significa fornire servizi di scouting, valutazioni, editing e altro ancora. E se lo scopo principale delle agenzie letterarie è quello di “vendere” un libro e un autore alle case editrici, il nostro è offrire una consulenza su misura ai nostri interlocutori, che sono le case editrici e gli autori, ma anche gli stessi agenti letterari. Per esempio, una casa editrice si rivolge a noi per una quarta di copertina o perché vuole pubblicare il romanzo di un autore ma ha bisogno che sia editato: noi allora lavoriamo di fianco all’autore per potenziare il suo testo e la sua storia; un agente letterario ci contatta per chiedere la valutazione di un testo: in questo caso il nostro strumento di lavoro è quella che chiamiamo “scheda editoriale” e che abbiamo ideato in modo che sia più di una semplice valutazione perché, oltre a dare un giudizio sullo stato dell’arte del testo, fornisce all’autore veri e propri suggerimenti di editing per un’eventuale revisione; e infine, un autore si rivolge direttamente a noi per sapere “lo stato di salute” del suo progetto narrativo: la sua è una storia che funziona? Potrebbe essere presentata a un agente letterario tra quelli che collaborano con noi?

Collaborate anche con altre agenzie? Questo mi incuriosisce. Sono molte le agenzie letterarie che si rivolgono a voi? E per quali servizi in particolare?

Chiara: per una questione di serietà molti agenti si avvalgono di collaboratori esterni (valutare un dattiloscritto suggerendo un editing che viene poi eseguito dalla stessa agenzia potrebbe sollevare dubbi sulla liceità dell’operazione) scegliendo redattori ed editor freelance o agenzie come la nostra. Ci contattano sia per leggere e schedare i testi, sia per servizi di editing oppure per redigere quarte di copertina, sinossi, schede di presentazione a cui si aggiungono anche le traduzioni. Necessarie agli agenti per presentare gli autori nelle diverse fiere e cercare di vendere i diritti all’estero. Ovviamente la collaborazione avviene anche al contrario: gli autori che riteniamo validi vengono proposti e affidati proprio alle diverse agenzie letterarie con cui collaboriamo. Continua a leggere “Scrittura e collaborazione, scouting e agenzie letterarie: ne parliamo con Punto&Zeta” →