Ti sei ricordato di chiedere il tuo regalo?

Chi ha acquistato l’ebook del romanzo a quattro mani L’ultimo giro di valzer e manda la foto della copertina sul tablet, telefono o lettore, riceverà un regalo: uno dei nostri – di Marco Freccero o miei – ebook. Continua a leggere “Ti sei ricordato di chiedere il tuo regalo?” →

Come realizzare il cartaceo del vostro ebook – due

Quindi, come ho scritto nel primo post, abbiamo fatto tutto e ci siamo messi in attesa.
La mail con l’indicazione degli errori fatti non tarderà ad arrivare: di questo potete stare certi. E infatti, a noi è arrivata dopo due giorni.

Avevo sbagliato a indicare il formato (voi non potete sbagliare perché vi ho già indicato cosa mettere: A5)

  • La copertina aveva le scritte (o ‘elementi’, così hanno scritto) troppo vicino al margine
  • Il pdf presentava errori nell’indice

 

Poche cose eh? In pratica non c’era niente che andasse. Continua a leggere “Come realizzare il cartaceo del vostro ebook – due” →

Come realizzare il cartaceo del vostro ebook

Siamo nell’epoca del digitale e ormai molti leggono ebook, tanto che c’è chi dice “Non compro più il cartaceo, solo digitale”.

Ma, al contrario, c’è chi afferma:”Per me solo la carta.”

Quindi, con l’occasione dell’uscita del romanzo a quattro mani L’ultimo giro di valzer (ve ne ho parlato, vero? altrimenti trovate qui tutti i riferimenti), abbiamo pensato, Freccero e io, di pubblicare anche il cartaceo. Continua a leggere “Come realizzare il cartaceo del vostro ebook” →

La società (purtroppo) siamo noi

Volevo scrivere un post ameno sulla scrittura a quattro mani. Volevo divertirmi perché mi sent(iv)o bene: l’uscita del romanzo mi rende felice.
Però.
Devo scrivere di altro perché sono disgustata. L’ho già detto in passato: a me questa società preoccupa molto. E principalmente, della società mi preoccupa la sua cellula più piccola e, paradossalmente, più importante, quella da cui parte tutto: la famiglia.
Ieri ho sentito – ma non ascoltato del tutto causa rigurgito di pranzo – una notizia, l’ennesima della serie; Continua a leggere “La società (purtroppo) siamo noi” →

Come scegliere un agente letterario

26

Avete finito il vostro romanzo; fatte le ventisette revisioni, atteso un anno, fatto l’ultima, aspettato sei mesi, modificato l’ultima in penultima e fatto (davvero) l’ultima. Che cosa fare ora? vi chiedete fissando lo schermo del computer, con cui vi siete abituati a dialogare.
I dubbi sono tanti: spedire a un editore – a quale, con quale modalità? -, valutare concorsi o altre offerte in rete, oppure cercare un agente.
Se i dubbi sono tanti quando ci si relaziona solo con lo schermo del computer, immaginatevi quanti possano diventare se si dialoga con un socio di scrittura.
“Io farei così”, e l’altro risponde con un “Bah”.
“Io tenterei questo” e l’altro dice “A cosa serve?”. Continua a leggere “Come scegliere un agente letterario” →

Romanzo erotico? Uno dei più difficili da scrivere

e545acdd172e7665878753b95de220cf

Stephanie Seymour. Vogue, 1995. Photo: Helmut Newton

Qualche giorno fa, su facebook, mi sono imbattuta in queste frasi:

Buongiorno a tutti! Ecco un estratto del mio romanzo erotico!
Dal romanzo erotico Maya o Bocca Di Rosa
“Dai baci passammo alle carezze, io non stavo letteralmente più nella pelle. Avevo voglia di lui, di averlo, di baciarlo, toccarlo, leccarlo, amarlo. Ci toccammo entrambi con un’intensità crescente. Le nostre mani correvano sui corpi nudi e un poco sudati per l’eccitazione e il calore sprigionato.”

Naturalmente – curiosità di lettrice e anche cultrice della parola scritta – ho cliccato sul link per approfondire l’argomento (della difficoltà di scrivere erotismo ne parlai già qui) e ho trovato altre frasi: Continua a leggere “Romanzo erotico? Uno dei più difficili da scrivere” →