12 pensieri su “I racconti del condominio – epilogo

  1. Mi associo a Marco: grazie, Morena, mi sono divertita, in un periodo in cui scrivere e leggere le storie altrui è stato un piacevole diversivo, un modo per non pensare a quello che abbiamo vissuto e che ancora non è del tutto passato. Sarà un bel ricordo e la raccolta una preziosa testimonianza.

    Piace a 1 persona

  2. grazie Morena e a tutti i partecipanti a questo soggiorno nel condominio. ho vissuto il tempo di quarantena in compagnia vostra e delle storie che avete raccontato e poi..ogni sera per addormentarmi ho continuato a raccontarmi l’evoluzione del racconto che ho scritto, ed è stato piacevole.

    Piace a 1 persona

  3. ….un po’ di malinconia, il condominio Zaffiro ci ha accolti e cullati in un momento in cui avevamo bisogno di sapere che gli altri c’erano. Ora ognuno ha preso la sua strada, come alla fine di una bella vacanza siamo al momento dei saluti. Ma chissà, ho sempre pensato che quando una vacanza finisce è perché presto o tardi ne inizierà un’altra…….
    Ringrazio la padrona di casa, senza di lei tutto questo non sarebbe stato posssibile.

    Piace a 1 persona

  4. Alcuni episodi sconvolgono ineluttabilmente, ciò presuppone una miscela di dolori, e di gioie e di emozioni, più o meno forti. Non so esattamente cosa possa avere rappresentato per ognuno il condominio, credo ci sia un risvolto profondo nel compimento della scrittura, sia questo un gesto semiserio o serio, a prescindere. Tessere parole ci rende responsabili, sempre, nei confronti di chi le leggerà. Personalmente non sono riuscita a limitarmi al “gioco” fine a se stesso, credo che, rileggendo i racconti a posteriori, si possa trovare altro, fra le righe, dietro le parole. Credo che Morena sia una perfetta padrona di casa e abbia contribuito a rendere questa esperienza nel rispetto del momento difficile che vivevamo; non ne siamo ancora usciti e dobbiamo creare una convivenza che ci restituirà solo in parte una parvenza di normalità.

    Mi accosto qui nel rispetto di quanti ci leggeranno e hanno affrontato con tremore o dolore, con dispiaceri e difficoltà questo periodo intenso, spero che questi racconti, che credo nulla hanno di pretenzioso, possano in qualche modo testimoniare quanto la quotidianità ci distolga nostro malgrado talvolta persino da noi stessi; una sorta di soteriologia applicata qui a sfondo umanitario e meno religioso.

    É stato un piacere trascorrere tempo con voi tutte/i, vi saluto con un sorriso e ringrazio Morena per l’ospitalità e la bella esperienza.

    Tiziana

    Piace a 1 persona

  5. Grazie a tutti dei bei commenti. Sono io che ringrazio voi per la partecipazione e per avere creato un momento di condivisone. Non abbiamo cantato dalla finestra ma abbiamo scritto in questa finestra virtuale aperta sulle vite di tanti personaggi.
    È stato per me divertente. Anche impegnativo, nel momento in cui mi sono messa in testa di ‘unire’ le varie storie e consolidare la pazzia di una simile condominio.
    Mi rimetto all’opera per il pdf.
    Grazie 🙂

    Piace a 5 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.