I racconti del condominio – quarto intermezzo

… segue da qui

Vorrei dire che sono senza parole ma è una frase tanto banale e non significa nulla. Piuttosto dico che sono basita, annichilita dagli avvenimenti che sono accaduti tanto in fretta da non lasciare illusioni. Da “Codogno zona rossa”,  “State a distanza di un metro”, “I casi aumentano in Lombardia”, a “Tutta l’Italia è zona rossa”, “State tutti a casa”, è passato poco tempo.
Eravamo lì a discutere su come tenere le distanze e, all’apparenza facevamo la solita vita di sempre ma senza strette di mano, baci e abbracci, che a volte potrebbe pure essere una benedizione, e in un attimo ci siamo trovati a cantare dai balconi mentre la gente moriva a manciate. Continua a leggere “I racconti del condominio – quarto intermezzo” →