I racconti del condominio – terzo intermezzo

… segue da qui

Sono passate due settimane dal Festival di Sanremo  – bello spettacolo, ho sentito dire; io non l’ho seguito – e l’atmosfera nel paese è cambiata. Non l’atmosfera nel nostro condominio o nella nostra zona, proprio quella di tutto il paese, dell’Italia. A quanto pare ci sono dei casi di quel coronavirus cinese anche da noi. Sembrava così lontano, confinato in Cina, ma è evidente che i virus viaggiano e possono arrivare anche qui.
Per ora pare che tutto si svolga in un paese che nessuno prima aveva mai sentito nominare: Codogno, in Lombardia. Neanche tanto lontano, comunque.

A noi del condominio dispiace per i malati e speriamo che si salvino tutti. Speriamo anche che il virus non si diffonda ovunque: pare che colpisca le persone ‘anziane’ – anche se non si sa bene da quale età uno si debba considerare anziano – e il colonnello di certo rientra nella categoria. Evitare l’ansia è impossibile.
Ogni minuto in tv ci martellano con queste regole del lavati le mani e stai lontano un metro almeno dagli altri. E usa gli igienizzanti. Ma quali che già non si trovano se non a prezzi assurdi.
E mettiti la mascherina. Ma quale mascherina che pure quelle sono introvabili.
Per fortuna poi hanno detto che le mascherine non servono: basta non avvicinarsi agli altri.
Intanto, a Codogno, hanno chiuso le scuole, i negozi e i locali tipo bar e ristoranti.
Quando l’ho sentito in tv ho detto: “Siamo messi male. Un disastro. Chissà la crisi che verrà”.
Anche il colonnello la pensa così.

… segue…

14 pensieri su “I racconti del condominio – terzo intermezzo

    1. Marina, tu mi conforti. Se sapessi che fatica ho fatto a inserirmi tra le storie. Non tanto per l’inserimento ma per combinare le storie tra loro e seguire l’arco temporale più adatto.
      E quanto ho rotto agli autori! Quello lo possono dire solo loro 😀

      "Mi piace"

  1. Il.colonnello è il protagonista assoluto di tutti i racconti…e poi dicono che non c’è rispetto per gli anziani! In effetti lo trovo molto simpatico e uomo di grande personalità.

    Piace a 1 persona

  2. Anch’io trovo che gli intermezzi siano superlativi. Legare delle storie così diverse, pur con la stessa ambientazione, non era mica facile. Una curiosità: li hai scritti man mano, quindi ahimè seguendo lo sviluppo pure del virus, o solo alla fine (che poi no, non abbiamo ancora finito con sta pandemia)? 🙂

    Piace a 1 persona

    1. Ciao Barbara, mi fa piacere che li trovi interessanti.
      Li ho scritti alla fine, cioè li sto scrivendo dopo avere pubblicato un racconto o due, se mi sembra ‘adatto’ mettere un collegamento.
      Ora sto scrivendo il prossimo che pubblicherò fra poco.

      "Mi piace"

  3. “Per fortuna poi hanno detto che le mascherine non servono: basta non” respirare.
    come dargli torto?
    : )
    ps: le mascherine servono. leggevo giusto ieri uno studio (“Critical levels of mask efficiency and of mask adoption that theoretically extinguish respiratory virus epidemics” Kot, medRxiv, posted May 15, 2020) dove gli autori calcolano che l’utilizzo da parte di almeno l’80% della popolazione di mascherine ad efficacia anche relativamente bassa (0,58, poco meno di una mascherina chirurgica), è sufficiente ad arrestere addirittura un’epidemia con R0 uguale a 3 (notare che l’R0 di SARS-CoV-2 è stimato tra 2 e 3).

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.