I racconti del condominio – quinto racconto

No Grazie!

Personaggi:
il colonnello
Enrico, il nipote tredicenne del colonnello
Antonio Signore, in arte Junior Cally

Squilla il telefono nell’appartamento al quarto piano del Casermone.
Il colonnello abita proprio lì, nella palazzina di otto piani conosciuta con quel nome proprio per la presenza del militare che in pensione da una decina di anni vive solo. Dire solo non è esatto, al piano inferiore vivono la figlia, il genero Paolo, ed Enrico, il nipote tredicenne.
«Papà, ho bisogno di te. Da qualche giorno Enrico si comporta in modo strano. Temo non sia dovuto alla scuola, siamo solo in novembre. Posso comprendere sia una questione di età, ci sono passata anch’io ma non ricordo di essere mai stata così. Non parla e non risponde alle mie domande. Si barrica nella sua cameretta, e ascolta una musica che ultimamente mi sta diventando insopportabile. Paolo, a causa del lavoro è spesso assente.
Prova tu a parlargli, avete passato tanto tempo insieme dopo la morte della mamma. Tu forse riesci a trovare la parola d’ordine per la sua reticenza».
«Prendi fiato.Vai pure al lavoro. Ci provo io».
«Ok Grazie papi. Ci sentiamo stasera».
«Dammi tempo. Ci sta che non abbia voglia di parlare neanche con me. Per quanto mi sia affezionato, sono suo nonno, un vecchio».
«Hai ragione. La fretta è cattiva consigliera, ma se ora non corro, rischio di non timbrare il cartellino in orario».
«Vai vai, tra un’oretta scendo da lui». Continua a leggere “I racconti del condominio – quinto racconto” →