Notizie da casa mia – il tempo ritrovato

Bisogna trovare i lati positivi anche nelle cose negative: cosa risaputa.
Quando è iniziato questo isolamento forzato mi sono detta: cerchiamo di trovare cose belle da fare, cose che gratifichino l’anima, cose che ti facciano sentire meno triste. Se sapessi dipingere affrescherei i soffitti di casa ma non sono Michelangelo e sono subito scesa più in basso.
Magari farò una collana e qualche orecchino mi sono detta. Inoltre ho tante cose arretrate che aspettano, e ho aperto sconsolata l’anta dell’armadio, quella in cui tengo panni da stirare, cose da rammendare, progetti da attuare, ho fissato quel paio di calzini che attendeva da una settimana, gli ho puntato il dito e ho detto: mi sa che sia arrivata la tua ora. Ho chiuso l’anta e ho detto tanto faccio in tempo anche domani; è un semplice buchetto, una faccenda che richiede cinque minuti compresa l’infilatura dell’ago. Di tempo ne ho.
Il tempo, quando è tanto, finisce per sembrare inutile. Tante ore vuote è come non averne. Allora che si fa?
Si sceglie e si fanno cose che ci fanno piacere. È evidente che rammendare calzini non sia gratificante, quindi ho preso altre strade. Ho fatto collane e orecchini. E ieri ho impastato e preparato le tagliatelle della foto sopra.
È ovvio che per impastare, tirare e tagliare – nonché risistemare la cucina e gli utensili – occorra molto più di quei cinque minuti nei quali avrei rammendato i calzini. E le tagliatelle sono ‘superflue’: si poteva mangiare maccheroni.
Quindi, ho trovato una mezz’ora/quaranta minuti liberi e non ne ho cinque da dedicare ai calzini.
Morale: chi dice che “non ha tempo per leggere/scrivere e nemmeno per vederti”, sta usando scuse. Il tempo si usa per ciò che ci piace. Fine.
Quando finalmente usciremo(?) vi dirò se ho infilato l’ago 😉

 

6 pensieri su “Notizie da casa mia – il tempo ritrovato

  1. Ho fatto la lasagna (pasta pronta però) in venti minuti ieri, e poi in forno mentre mangiavo altro. Perché c’è chi è costretto comunque ad andare in ufficio ma con bar e mensa chiusi. E una lasagna aiuta eccome. Però non ho molta voglia di leggere… probabilmente i saggi non vanno bene per il periodaccio, ci vuole proprio qualcosa di leggero.

    Piace a 1 persona

  2. Io sono a casa da mercoledì in recupero (non in telelavoro) ma nonostante questo mi sono collegata con il pc per fare delle prove di lavoro agile, ho tentato una videoconferenza con le colleghe con Microsoft teams, ci siamo riuscite con l’aiuto della figlia di una collega. Ho visto che alcuni programmi girano lentamente, insomma è tutto più complicato. In compenso nel pomeriggio ho recuperato una puntata di Montalbano…

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.