Libri da leggere questa estate

Sotto l’ombrellone, ma anche in montagna o al lago, ci concediamo dei momenti di tranquillità. E cosa c’è di meglio di un buon libro per farci compagnia in questi momenti?
Infatti in estate la vendita di libri aumenta e in giro si vedono tante copertine o lettori digitali (io preferisco vedere libri ‘veri’ così posso sbirciare i titoli, cosa che con i dispositivi elettronici non si vedono).
Quindi, cosa potremmo leggere questa estate?

In questi giorni sto leggendo I guardiani di Maurizio De Giovanni, al quale dedicai un’intervista e una presentazione in libreria, quando ancora pubblicava con Fandango i primi libri con il commissario Ricciardi come protagonista. Poi è passato con Einaudi e qualche libro ‘suggerito’ deve pur scriverlo, no?
I guardiani è uno di quelli: un thriller storico fantasy esoterico in cui a fatica si riconosce la penna di De Giovanni. Anzi, non si riconosce per nulla.
Lettura da ombrellone: nel senso che non è faticosa e puoi essere interrotta dal venditore di cocco.
Però non tralascerei i classici, quelli veri: ricordo ancora che in Messico, sotto un ombrellone agitato dal vento, lessi buona parte di L’idiota, romanzo indimenticabile perché indimenticabile è il principe Myskin, un personaggio che non teme di essere vero.
Oggi, facebook mi ha rammentato la copertina del mio romanzone La centesima finestra e mi viene spontaneo suggerirne la lettura: è un romanzo contemporaneo, con una vicenda improvvisa che colpisce i protagonisti e mostra al lettore come nessuno di noi sia indenne dalle sorprese della vita.
Mi corre, quindi, l’obbligo di suggerire anche la lettura di L’ultimo giro di valzer, un romanzo scritto a quattro mani con Marco Freccero: potrete passare le ferie a chiedervi chi, tra i due autori, abbia scritto cosa. In settembre mandateci le vostre impressioni, così finalmente ricorderemo chi di noi ha scritto le frasi più belle.
Dopo questa incursione pubblicitaria – non lo dico mai perciò per una volta sono scusata – torniamo ai bei libri.
Metterei un bel Simenon: se non volete leggere un romanzo con protagonista Maigret, leggete Lettera al mio giudice. C’è da restare folgorati. E dico solo questo.
Anche La scala di ferro è lettura consigliata. Con Simenon non si sbaglia.
Poi, vogliamo non inserire un bel King? Anche qui abbiamo vasta scelta: anche se non posso dire che tutti i suoi romanzi siano eccellenti, lui resta sempre uno dei miei autori preferiti. Non recente ma sempre valido: Dolores Caiborne. Alcune cose vi entreranno in testa e non ne usciranno più.
Ma potete scegliere IT, Revival, Doctor Sleep e tanti altri. Non L’acchiappasogni però: io non l’ho nemmeno terminato.
Chiuderei con Cecità di Saramago e l’anno prossimo non chiederete nemmeno le ferie 😉

 

Annunci

8 pensieri su “Libri da leggere questa estate

  1. Che orrore!!! Il gelato spiaccicato sul libro di carta!!! 😀 😀 😀
    Quest’anno mi porto solo un paio di libri di carta e tutto il resto sul kobo, ma quasi tutti di amici-scrittori-blogger. Dolores Claiborne è stato il libro dell’estate scorsa, davvero bello, avevo già visto pezzi del film. Di King sul kobo devo iniziare la serie della Torre nera, ma il sole d’estate non mi porta verso il fantasy.
    Lettera al mio giudice ce l’ho già in lista, mi pare fosse già un consiglio di lettura frecceriano… 😉

    Piace a 1 persona

  2. Lettera al mio giudice l’ho letto qualche anno fa ed è un libro che è ancora nella mia libreria, bello, potrei anche rileggerlo…L’ultimo giro di valzer l’ho letto quasi appena uscito, ammetto però che non sono riuscita a distinguere le differenze Marco-Morena. A proposito, ma vi siete resi conto che avete le stesse iniziali? MF e MF, forse l’ho già scritto in qualche commento da Marco, è interessante. Mi piace De Giovanni di lui ho letto i primi libri della serie I bastardi di Pizzofalcone e Il Metodo del coccodrillo.

    Piace a 1 persona

  3. Dolores Claiborne è uno dei migliori e mio preferito. Hai mai letto Misery? Quello è un altro pezzo da collezione, come Cose preziose ancge se il finale disintegra il libro. I tuoi consigli di Simeon li prendo. Li leggerò tutti e due.

    Piace a 1 persona

    1. Certo che ho letto Misery! Ho tremato molto in alcune scene 😉
      E Cose preziose, ma tanti anni fa e non ricordo il finale. Potrei rileggerlo.
      Simenon non ti deluderà. E c’è anche La camera azzurra.
      Ma Lettera al mio giudice è il più ‘pungente’ a mio parere.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.