Riflessioni sulla (mia) scrittura

Da quando ho iniziato, nel 2001, ho scritto tantissimi racconti – molti, quelli che ho salvato, li trovate nella pagina apposita. Altri, più brevi forse, quelli che io chiamo “racconti da blog”, si sono persi con la morte di splinder – e anche tanti post. Come ho già detto più volte, all’epoca, avevo sei blog. E scrivevo tutti i giorni su almeno due di essi. Quante parole ho prodotto!
Poi la pulsione alla scrittura da blog è andata scemando e mi sono dedicata a qualche libro.
Ora scrivo poco nel blog, e ancora meno nella prospettiva di un futuro libro.
Ora mi piace di più ‘revisionare’ i testi. Ma quali, direte voi, visto che non scrivo più?
Vi dice niente un bel romanzo ambientato – in parte – nelle Orcadi? Oppure un bel #progettoIOTA? 😉

Ma torniamo a me: qualche giorno fa, una lettrice di L’ultimo giro di valzer, il romanzo a quattro mani scritto insieme a Freccero, mi ha chiesto se sto scrivendo un nuovo romanzo e, alla mia risposta negativa, ha detto: “Non hai idee?”
Io le idee le ho, non ho la voglia.
La prima idea l’ho già raccontata (un po’) in questo post: ho tentato di scrivere qualcosa ma ho ancora molti dubbi. Di certo c’è il titolo – buono – ma ho scoperto che è già stato usato. Questo non impedirebbe di scriverlo e usare lo stesso il titolo: altri romanzi hanno un titolo già ‘usato’. La storia (cartella ‘romanzo marianna‘) non è male ma non ho ancora centrato il personaggio principale e cioè Marianna. Ci sono, inoltre, molti personaggi di contorno e non tutti sono secondari (questo è un bell’inghippo). E questa storia, cosa per me nuova, è ambientata in un’unica città. Questo semplifica; quello che rende tutto difficile sono le indagini. E comunque, ancora non so chi è l’assassino.
Poi, per qualche giorno, mi sono dedicata alla lettura degli appunti per un mio altro romanzo: la cartella si chiama “romanzo filippo“. Per molte sere sono andata a letto pensando a questo Filippo e mi sono addormentata subito: così non ho ancora scoperto come proseguire. Alla fine, dopo avere messo in fila gli appunti, ho lasciato perdere. E dire che questa sarebbe una storia potente e lui un bel personaggio scomodo. Di questo non mi viene ancora il titolo giusto. I protagonisti principali sono quattro e anche in questo romanzo ci sono due città 😦
La notizia bella è che in questa storia non muore nessuno. Fisicamente. [ghigno dell’autore]
Infine mi sono riletta tutti gli appunti per un mio terzo romanzo: questa dovrebbe essere una storia più ‘facile’ ma dire facile per me significa metterci almeno tre città, anche se una è ‘di passaggio’ e un morto pure qui. Suicidio pare.
E di questo ho anche il titolo, e mi piace pure molto. Il titolo si è presentato così, di botto, quando ho iniziato, anche questo anni fa, a pensare alla storia. Il personaggio è una donna e di questa mi pare di non avere nemmeno un nome certo. Infatti la cartella si chiama con il titolo del romanzo.
Anche questa storia sarebbe buona a mio parere: c’è questa ragazza che esce di casa e va a prendere un treno. Credo scenda a Firenze Santa Maria Novella, ma ancora non ne sono certa. Poi prenderà un altro treno e non so se cambierà, però alla fine arriverà in Sicilia (mi pare. ancora non ne sono certa) e si stabilirà lì.
Be’, e dove sta la storia? La storia è sempre in quel che non vi dico.

Annunci

5 pensieri su “Riflessioni sulla (mia) scrittura

  1. Anche io mi addormento pensando alla trama, ma finora non è stato molto utile 😛
    Di carne al fuoco ne hai parecchia, forse manca il fuoco per cuocere il tutto, no? L’importante è secondo me avere delle idee, di certo arriverò anche il momento in cui nella tua testa tutto assumerà un senso. Perlomeno, a me succede così.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.