Salone del libro a Torino: importante per gli addetti

Devo dire una cosa impopolare: il Salone del libro a Torino per me conta poco.
E penso che non abbia tanta importanza se non per gli addetti del settore, cioè gli editori, chi lavora con loro e scrittori che abbiano in programma presentazioni di libri.
Io ci andai quando dovevo parlare con un editore per il mio libro Orfana di mia figlia (e per portare a casa il catalogo con il mio nome, che conservo tuttora: eh be’) e un anno – tempo prima – in cui abbiamo presentato un libro di racconti scritti da noi blogger spinderiani.
E un altro anno ancora, in cui incontrai qualche amico.

Altri motivi non ne vedo: ora, online, si trovano quasi tutti i libri, quindi non ha senso sobbarcarsi un Salone faticoso, caldo e pieno di gente, per comprare libri che si possono ordinare su internet.
Di presentazioni ne ho viste tante e, comunque, al Salone sono caotiche e magari non becchi mai l’orario giusto.
Ho letto in giro commenti delusi sul salone del libro e non mi meraviglio.
Io non andrò più. A meno che, un giorno, non debba presentare un libro mio, ma siccome questo è un evento che non si presenterà, chiudo l’argomento.
Inoltre, come si deduce dalla foto in apertura, ero assente giustificata 🙂

*la foto in apertura, è Forio d’Ischia, vista dal mare
foto in chiusura “barca che si riposa in porto”
foto ©Morena Fanti

Annunci

15 pensieri su “Salone del libro a Torino: importante per gli addetti

  1. Sto facendo in queste ore i tuoi stessi ragionamenti… Certo dovevo vedere di persona. Ho fatto bene poi a portarmi dietro non un’altra lettrice accanita, come al LivreParis, ma stavolta un “lettore poco convinto”. E per tutto il viaggio di ritorno è stato un discutere attorno alla sua domanda: “Dimmi che senso ha…?” 😀

    Liked by 2 people

  2. Guai a dire che è inutile, ti tiri addosso l’ira degli editori. Ma, secondo me, è una istituzione inutile. Organizzata, da quel che ho letto, proprio malissimo e… si paga l’ingresso. Fosse gratuita e organizzata male, non si potrebbe dire nulla, ma ho letto cose allucinanti… Se è questo il modo di promuovere la cultura in Italia, allora faccino pure, io me ne tiro fuori. Ma si sa io sono polemico. Ecco perché nessuno commenta mai sul mio blog. 🙂

    Liked by 2 people

  3. Uhm… in realtà credo di capire l’arcano del tuo blog: se vado all’homepage, in testa vedo articolo del 28 settembre 2017, e dopo uno del 27 marzo 2017. Il che fa pensare ad un ordine cronologico inverso, ovvero che tu non scrivi più dal 28 settembre 2017. Così l’utente passa oltre, il blog è chiuso.
    Che mi pareva strano. I recenti sono troppo sotto, anche se l’utente scorre un po’ pensa che hai smesso di aggiornare. Adesso mi iscrivo alla newsletter, ma dovresti proprio rivedere quest’impostazione. 😉

    Mi piace

  4. ….Sarà … per una come me che comunque non c’è mai stata rimane sempre la curiosità, comunque da dove abito io era abbastanza lontano e alla fine ho rinunciato. Mi fate sentire meno male perché stando ai vostri commenti alla fine non ci ho perso molto XD ❤

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...