Come sta andando L’ultimo giro di valzer [romanzo a quattro mani]

 

Sono passati quattro mesi (proprio come le mani occorse per la scrittura del romanzo) dalla pubblicazione di L’ultimo giro di valzer.
Cosa è successo in questi quattro mesi? Nulla, questo è ovvio. La pubblicazione di un romanzo non cambia niente nella propria vita. E nemmeno nel proprio portafogli.
Le vendite sono state buone, dove per ‘buone’ si intende un numero che va da trenta a cinquanta copie, tra ebook e cartaceo.

Be’, che vi aspettavate? Marco Freccero è autore di nicchia e io manco di quella.
Quindi per noi trenta/cinquanta copie così di botto sono un bellissimo numero. Senza sostegno di nessuno se non dei nostri affezionati.
Per loro scrivo questo post: per ringraziarli tutti, uno per uno (ma dovrei dire “una per una”, visto la maggioranza decisa di lettrici) del tempo che hanno dedicato alla lettura del nostro romanzo e delle belle parole che hanno speso per la nostra storia e la nostra scrittura.
E devo dire che mi sono sorpresa tante volte in questi quattro mesi: prima per l’acquisto, anche da parte di chi non supponevo interessato, e poi per i pareri favorevoli, per l’entusiasmo con cui mi hanno scritto, per alcune cose che hanno compreso i lettori e per altre che non hanno notato (questo non lo so, ma è una frase molto ‘pregnante’ lasciatemelo dire).
Una cosa, però, mi dispiace: che abbiamo pochissimi (parlo di chi conosciamo ma il romanzo è stato acquistato anche da altri a noi sconosciuti) lettori, e ciò fa del nostro romanzo, una lettura ‘femminile’. E mi dispiace anche per Freccero, oltre che per Fanti, che pure lei non è che vorrebbe essere definita come autrice di romanzi femminili. Insomma, a me non piacciono generi e classificazioni, detesto le etichette, pure quelle con le istruzioni per il lavaggio, che tanto sono tutte uguali e gli abiti li sappiamo rovinare pure da soli, però mi pare di capire che ci siamo immersi in una scrittura che interessa solo le donne. Questo è pure un po’ scontato, perché le lettrici sono in percentuale molto maggiore dei lettori, così dicono tutti.
Quindi, come penso di uscire da questa situazione?
Scrivendo un altro romanzo a quattro mani con un linguaggio diverso e meno personaggi femminili. Capito, Marco Freccero? 😉

Mi dichiaro molto soddisfatta delle belle recensioni che il romanzo ha ricevuto e dei commenti partecipati (alcuni anche con soluzioni alternative alla storia molto interessanti): tutto ciò indica il piacere provato dai lettori nella lettura del romanzo. posso affermare che questa nostra fatica è ben riuscita: le quattro mani non si vedono, e questo è un ottimo risultato.
Ma ne parlerò ancora.

Annunci

4 pensieri su “Come sta andando L’ultimo giro di valzer [romanzo a quattro mani]

  1. Il vostro romanzo merita molte più vendite e meno dubbi sull’acquisto, ma forse chi non lo sceglie non sa di cosa si priva. Fare la mossa di dare fiducia a qualcuno è oggi giorno fuori moda, tutti chiusi nel proprio mondo, tutti convinti della propria perfetta idea. Solo le donne sono disposte? A mio avviso in stragrande maggioranza e ne siete testimoni anche voi. Felice di aver fatto parte della cerchia di lettori che si sono gustati L’ultimo giro di valzer.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...