Romanzo a quattro mani: chi è il mio socio di scrittura

cane-e-gatto

Era una delle mie ambizioni, già lo sapete. Ne ho parlato in questo post, dove ho raccontato la mia ‘avventura’ con un altro autore. Avventura incompiuta.
È naturale, quindi, che io ci abbia riprovato, ma stavolta ho cercato di compiere una scelta oculata. Che significa?
Che ho scelto un autore bravissimo? Certo, questo è ovvio.
Ma ho pensato anche ad altro: e cioè al senso di fiducia nella sua serietà e accuratezza nel lavoro. Ho proposto la scrittura a quattro mani a un autore che non mi avrebbe lasciata a piedi in mezzo al capitolo. E che non si sarebbe fermato prima della ventesima rilettura.
Quindi? Chi ha avuto l’ardire di accompagnarmi in questa avventura, sapendo che sono una rompipalle e che andrò avanti fino all’ultima virgola?
Questo è il post in cui lui racconta chi è la sua socia, e lui, come potete vedere dal suo blog, è Marco Freccero, autore di racconti molto letti e commentati e che, ha proclamato ovunque, non ama scrivere romanzi.

Se è stato difficile scrivere a quattro mani? Giudicate voi: nella foto in cima potete vedere le nostre espressioni quando l’altro ci bocciava un’idea meravigliosa o quando ci spediva una rilettura in cui aveva stroncato le nostre sudate frasi (quelle che a noi parevano superbe).
Ma è stato anche facile: avere un altro che spinge e suggerisce idee, certi giorni è una pacchia.
Comunque, ora è fatta. Io lo rifarei: forse sarebbe un pungolo per spingermi di nuovo alla scrittura.
Il romanzo era finito forse due anni fa; nel frattempo abbiamo pensato cosa volevamo farne e, a parte un intermezzo in cui abbiamo cercato un agente e di cui vi dirò in un altro post, l’idea era quella di autoprodurci, come ormai siamo abituati a fare. Freccero ha pubblicato già tre raccolte di racconti – la sua famosa Trilogia delle erbacce – e io pure ho pubblicato in autonomia il mio romanzone La centesima finestra e i racconti Un uomo mi ha chiamata Tesoro.
La strada era già spalancata davanti a noi e il 21 marzo sarà tutto pronto.
Cosa dite?… Il titolo?
Prossimamente lo saprete 😉

Advertisements

6 pensieri su “Romanzo a quattro mani: chi è il mio socio di scrittura

  1. Visto che a Marco ho già fatto i complimenti, non mi resta che farli anche a te!
    Direi che già di per sé è un traguardo notevole essere arrivati a scrivere un intero romanzo in due. E sono certa che sia stata un’esperienza interessante sotto molti punti di vista. Sono curiosa di leggere il frutto della vostra fatica e di conoscere ogni retroscena di questa avventura.
    Sarete i nuovi Boileau-Narcejac 🙂

    Mi piace

    1. Grazie Maria Teresa. I complimenti li prendiamo a prescindere, solo per il fatto di essere arrivati in fondo 🙂
      Cosa non senza difficoltà. Siamo felici (io lo sono ma pure lui, anche se non lo dice). Ci piacerebbe poi sentire cosa ne pensi.

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...