La Cambogia è piena di sorprese – tre

… segue da qui

biglietto templi AngkorMa veniamo al bello: templi, antichità, vecchi resti.
Si parte subito alla mattina e, dopo avere fatto un bel biglietto giornaliero da 20 dollari – personalizzato con tanto di foto scattata all’istante -, si mettono in moto biciclette e tuk tuk e si va nella zona di Angkor, con le sue Porte, il tempio Ta Prohm, famoso per il film Tomb Raider – e che scenografia! alberi e radici che inglobano pietre vecchie di secoli -, il Tempio di Bayon, l’Angkor Thom e il tempio di Angkor Wat, patrimonio dell’umanità dal 1992 e famoso per il suo bassorilievo, il più lungo e continuo del mondo.
Si cammina tanto, tra polvere, pietre di arenaria, statue e alberi enormi. Il fascino di questi luoghi è enorme: templi costruiti tanti secoli fa, con grandi pietre  tagliate e posate una sull’altra, in modo perfetto senza nulla che le unisca. Anche dove ci sono tagli ad angolo o a incastro non c’è nulla tra una pietra e l’altra.
In molti templi di questa zona gli alberi sono cresciuti tra le pietre e le hanno conglobate alla costruzione.

sdr

cof

sdr

dig

È stata una giornata piena e faticosa, con tutto quel camminare, salire scale, percorrere corridoi, salire ancora e poi scendere, di nuovo camminare, e il sole e i 31°. Ma è stato davvero un bel giro tra l’antichità, un percorso emozionante e pieno di fascino.
La Cambogia è soprattutto questo.

(qui altre foto di quel giorno)

… segue… 

Advertisements

2 pensieri su “La Cambogia è piena di sorprese – tre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...