Buon 2017

Solo poche righe per augurarvi un anno migliore del 2016 (e per alcuni ci vuole davvero poco, no?). Dai, ma noi stiamo sempre a lamentarci: non ho mai sentito un anno che sia finito e che sia stato lodato per la sua benevolenza. L’essere umano è così: vuole sempre di più di ciò che ha.
Comunque, oggi c’è il Concerto di Capodanno e mi pare diriga un Maestro che non conosco, a quanto pare il più giovane finora: Gustavo Dudamel, venezuelano di soli 35 anni. Oggi, contrariamente alle mie sacre abitudini, non potrò gustarmi il Concerto da Vienna, e la faccenda mi dispiace parecchio. L’anno scorso il concerto è stato magnifico: ha diretto Maris Jansons, che non conoscevo – io ho i miei preferiti, eh! – e che mi ha piacevolmente sorpresa. Perciò credo che anche quest’anno, questo Maestro che mi era ignoto fino a poco fa, sarà magistrale. Quindi, siete tutti assoldati per riferirmi qui nei commenti come vi è sembrato e come vi ha emozionato questo Direttore d’orchestra e come ha diretto i Wiener Philharmoniker.

Grazie, buona visione e Buon Anno a tutti! Al 2017!

ps. vi ricordo che prosegue ancora la rassegna dei post natalizi. Ringrazio chi ha commentato e chi commenterà.

*nel video il trailer del concerto del 2016. Per consolarmi 😉

Annunci

2 pensieri su “Buon 2017

  1. Ciao Morena, anch’io ho visto il concerto di Capodanno… beh, alla musica degli Strauss non gli si può proprio dire nulla, non credi? Non ricordo del Direttore d’orchestra dell’anno scorso, ma quello di quest’anno mi ha fatto una buona impressione: una persona solare, empatico sia con l’orchestra che con il pubblico, al momento della Marcia di Radetzky, che a casa mia si dice essere stata “composta per Orchestra ed applausi”… Anche per me questo concerto rappresenta un appuntamento fisso: un modo per iniziare in maniera gradevole il nuovo anno (anche se nella notte è successo quello che sappiamo, purtroppo…). Sai una cosa? Non l’ho mai detto a nessuno, credo, ma non capisco la gente che non ascolti la musica; sia quella che qui, con un unico termine (per semplicità) definisco rock, sia la musica classica, che qualcuno definisce “colta”… del resto le basi della musica provengono da qui, no? Vabbè, non sarò certo io a distogliere queste persone dal crogiolarsi nella loro ignoranza… Anche se ora è già il 2 gennaio, ti auguro comunque 364… ops, 363… giorni di felicità, allegria e serenità! Un abbraccio grande! 🙂

    Mi piace

  2. Io ho ascoltato il concerto, sia quest’anno che l’anno scorso, è sempre stato un mio sogno e finalmente l’ho realizzato, ma non sapevo che ogni anno cambiasse il direttore, perciò… l’ho solo ascoltato e non ho colto differenze (come potrei?) ma mi è piaicuto molto. Dopo è iniziato Pinocchio di Walt Disney e ho ascoltato pure quello: facevo il pane intanto, non potevo guardare 😉
    A me il 2016 non è dispiaciuto affatto, è stato pieno ma in maniea positiva, mi sento positiva io. Poi ho fatto caso che era bisestile e sono andata alla ricerca delle sfighe, e naturalmente ho trovato qualcosa di non perfetto, come tutti gli anni, cosa c’entra il bisestile? Superstizioni! Il mio 2016 non mi è dispiaciuto affatto! Sono pronta a fare di meglio nel 2017, naturalmente, e comunque ormai quello è passato 😉
    Ti auguro un buon 2017 sereno e ricco di cose belle e persone stupende, che reggano almeno il tuo confronto 😉
    A presto!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...