Come si fa la revisione al testo – uno

SDC16473

Questa è l’operazione più complessa e anche più ‘utile’ per arrivare a un buon risultato. Una buona revisione non si fa mai in un passaggio solo.
Alla perfezione – a ciò che per noi sarà la perfezione, il punto in cui ci riterremo soddisfatti – non si arriva di botto. Facciamo un’ipotesi: abbiamo un testo di 257.000 parole. Con il primo giro di revisione dovremmo eliminarne almeno il 10%  (25.700) anche se in verità le parole superflue saranno molte di più, diciamo che potrebbero essere 60.000. Ma allora, perché non eliminarle tutte subito?
Perché non si vedrebbero.
Se avessimo una catinella piena d’acqua, con 457 frutti, prugne e pesche, e dovessimo separarle per fare la marmellata, come potremmo operare? Magari le pesche sono 165 e le vogliamo togliere tutte: sarebbe possibile vederle alla prima passata? No.
Serve una prima scrematura, si tolgono quelle che si vedono subito: circa 87. A questo punto, i frutti galleggeranno più liberi, voi potrete muoverli con le mani e troverete meglio le pesche da togliere. Alla fine avrete una belle ciotola piena di prugne lavate e senza impurità come quelle della foto.
Allo stesso modo, dopo che avrete tolto il primo 10% di parole superflue, ne troverete un altro 7% – minimo – e limerete di nuovo. E così via, fino alla lucidatura finale.
Chi ha già provato a rivedere un testo? Operate così anche voi?

11 pensieri su “Come si fa la revisione al testo – uno

  1. oddio, no. la matematica del testo no. leggo, rileggo a voce alta e preferisco ascoltarne il suono, il ritmo, l incisività.
    ci sono cose che si tagliano, certo, se poi nell economia della trama non sono così influenti. ma ci possono essere anche cose da aggiungere.

    1. Ahahaha🙂
      Naturalmente. Il mio era un esempio. È ovvio che non si fa calcolando le parole, ma l’idea è questa. E tagliando si capirà anche cha qualcosa va aggiunto. Perciò occorre tagliare: se già c’era del superfluo – e c’era di sicuro -, figuriamoci dopo le aggiunte.
      Ma, come tutte le cose, bisogna prendere le indicazioni cum grano salis😉

  2. Credo che solo King forse abbia scritto testi da 257’000 parole🙂 io ne ho scritto uno da 160’000 circa. La revisione si fa su più livelli e ogni livello si occupa di uno o più aspetti e spesso uno stesso aspetto viene controllato in ogni fase della revisione.

    1. Verissimo, Giovanni. La revisione si fa su più livelli. Questo era un primo post, visto solo dal livello ‘taglio’. Ne parlerò ancora. Anch’io procedo su più livelli contemporaneamente.

  3. Riflessione interessante questa sulla revisione. Fino ad adesso, ho scritto solo racconti brevi e, quando li revisiono, mi ritrovo ad affrontare non solo problemi riguardanti la cancellazione o meno di parole, ma, rileggendo, il più delle volte, non mi piace come ho collegato le frasi in certi punti e cambio anche stravolgendo le frasi. Rileggo e rileggo il racconto, ma non sono mai soddisfatto al 100% e finisco per accontentarmi quando lo rileggo per la milionesima volta😄

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...