Il caso Spotlight

il caso spotlight

Anche questo è un film che merita attenzione. La vicenda è nota: un gruppo di giornalisti del Boston Globe inizia un’indagine su alcuni casi di pedofilia all’interno della Chiesa, e sul vescovo Law che sembra stia coprendo tanti preti invischiati. Il tema trattato è, ovviamente, molto pesante e coinvolge gli spettatori suscitando sentimenti di empatia, compassione e rabbia.
La vicenda si svolge nel 2001, grazie alla “squadra Spotlight“, quattro giornalisti che si occupano di indagini particolari e scrivono pezzi al di fuori e al di sopra della cronaca del giorno. Per molti mesi ascoltano testimoni, cercano documenti, girano per il paese setacciando archivi e domandando in giro, e alla fine arrivano a una verità che forse è solo parziale e lascia immaginare molto altro.
Il film, oltre a mostrare il sottofondo di verità nascoste che si può trovare all’interno di un’istituzione forte e potente come la Chiesa, mostra, in modo molto avvincente, come si svolge il giornalismo d’inchiesta. I tempi lunghissimi, le difficoltà che si piantano sulla strada di chi sta cercando la verità, le potenze che si muovono per intralciare ancor più il cammino, sono tutti elementi che snervano e rendono il lavoro ancora più ostico. Su questo tema, poi, si innescano tante buone volontà, tante emozioni che stanno dentro ognuno di noi – ognuno che abbia avuto un’educazione cattolica – e che in certi momenti sembrano insormontabili. Ci si scontra con le idee che da sempre ci hanno raccontato e si demolisce quell’idolo di pietra che abbiamo sempre creduto immortale. Ma i fatti mostrano un orrore che non si può seppellire e alla fine l’inchiesta uscirà.
La buona notizia è che il vescovo Law pare sia stato espulso dalla Chiesa americana. La cattiva notizia è che pare ora sia a Roma (ha comunque già compiuto ottanta anni, ma questo non significa nulla).

Film interessante che consiglio, anche se certe cose sono difficili da digerire.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...