È davvero necessario scrivere?

braintraining01

Dopo tanti anni e tanta passione buttata nella scrittura e nei blog, mi accorgo che vivo benissimo anche senza tutto questo. Cosa che qualche anno fa non avrei creduto possibile. Stiamo parlando di cose immateriali: di quelle materiali si potrebbe fare a meno di quasi tutte. Ma la scrittura? Si sente dire spesso: scrivo perché non posso farne a meno. Perché? Come mai non puoi farne a meno? Che succede se non scrivi? Ti senti svenire, oppure cadi in una depressione tanto profonda da farti temere per la tua salute mentale?
Io non scrivo da mesi, più di un anno, e sto benissimo. Ora sto anche smettendo di scrivere sul blog. Non sto parlando della “sindrome da foglio bianco”, cioè non sto dicendo che mi siedo qui e non so cosa scrivere. Io proprio non mi siedo, e se lo faccio, leggo articoli anziché scriverne.
Come scrissi tempo fa, la scrittura va esercitata. Se si abbandona, se si chiudono ‘le orecchie interne’, non si ascolta il mondo e si smette di pensare da scrittore. Allora tutto diventa superfluo, senza senso.
Così è per me la scrittura, ora: senza senso.

* sto leggendo, però, dei libri che mi garbano. Non è escluso che ve ne parli.

8 pensieri su “È davvero necessario scrivere?

  1. Io ho abbandonata per anni la scrittura. Poi ho ripreso, ma di certo prima o poi smetterò. Quando mi renderò conto di non avere più storie interessanti da condividere. Per adesso le ho; almeno mi pare🙂

  2. Non lo so a cosa serva scrivere.So solo che non riesco a farne ameno. Anch’io tempo fa avevo smesso ma poi ho ripreso più di prima… Forse la scrittura fa parte di me e anche se a volte l’accantono, è sempre lì con me e aspetta solo di trovare il suo spazio.

  3. Sono d’accordo, a tutto ci si abitua, anche a scrivere, e quindi a non scrivere. È capitato anche a me di perdere l’abitudine (io però ci avevo provato volontariamente, perché volevo smettere di scrivere, riposarmi, ma non ci riuscivo), e quando ci sono riuscita, scrivevo solo di qualcosa che avevo letto. Per la lettura invece mi è successo il contrario, mi sono impegnata a riprendere perché avevo smesso e mi mancava. Ma leggere è innanzitutto un atto per sé, scrivere invece implica un lettore o, in caso di diario, che ci siano problemi ma mettere nero su bianco per risolverli più facilmente (ci si prova).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...