Il superfluo appesantisce

come-realizzare-un-costume-da-lottatore-di-sumo_bb0287e3bbe4c6409ac43cf95fbb7541

È una regola che si può applicare a qualsiasi aspetto della nostra vita: i chili superflui ci rendono pesanti, troppi oggetti appesantiscono la nostra vita, troppi abiti rendono le nostre valigie come dei mattoni – infatti ‘viaggiare leggeri’ ha molteplici vantaggi – e, soprattutto, troppe parole appesantiscono , e rendono indigesti, i nostri testi.
Ci sono tanti modi di dire le cose: “apporre la firma” significa “firmare”, “condurre l’automobile” significa “guidare”. Proviamo a usare espressioni simili nella nostra scrittura  vediamo che effetto fa.
Quindi, semplicità nelle parole, niente giri di frase e niente termini astrusi: meglio dire ‘complicati’.
Ma, oltre a parole inutili, siamo portati anche a inserire intere frasi, e paragrafi, superflui. Come possiamo scoprirlo? Nel solito modo: lasciando passare settimane, meglio mesi, prima di rileggere il testo. Solo dopo avere preso le distanze da ciò che abbiamo scritto, saremo in grado (forse ma non sempre e non tutto) di notare errori, ripetizioni, frasi fatte, cliché, parole superflue, dialoghi assurdi.
E se non ne siamo in grado? Il rimedio è: occhi esterni. Un occhio vergine al testo, un occhio che non conosce già la storia, che non sa nulla dei personaggi, avrà una posizione privilegiata per fare scoperte inattese. Troverà cose che nemmeno l’autore.
La regola principe però è: taglia. Se una frase non ti convince, la rileggi e cerchi di modificarla senza successo, la stravolgi fino a non capire più nemmeno tu di cosa si sta parlando, allora taglia senza pietà. Nessuno sentirà la mancanza di quelle parole tagliate. Anzi, il paragrafo ti sembrerà più snello, più leggero e anche più incisivo.
Provate a tagliare qualcosa che non vi convince e rileggete per capire se avete turbato il senso. La risposta è: No.
Una frase più leggera, diventa più secca e acquista forza.

Un pensiero su “Il superfluo appesantisce

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...