Il Cineca: un’eccellenza bolognese

CINECALOGO2008_450x450px

Sabato pomeriggio ho partecipato a una visita guidata al Cineca: se non sapete cos’è non doletevi troppo, neppure io, nata e vissuta a Bologna, lo sapevo.
Il Cineca è il più importante centro di supercalcolo italiano e uno dei più grossi a livello mondiale. Cosa significa “super calcolatore”? Un calcolatore si definisce “super” quando è in grado di fare funzionare contemporaneamente tutti i suoi processori su un unico problema. Per esempio, il super calcolatore che usano ora al Cineca si chiama Fermi (udite! udite!) e ha al suo interno 163.000 (centosessantatremila) processori. L’esempio fatto dalla guida è questo:

  • prendete il più grande stadio italiano, il Meazza di Milano, che contiene circa 80.000 spettatori. Mettete su ognuno dei seggiolini un computer, poi raddoppiate il Meazza e anche sull’altro stadio mettete un computer su ogni seggiolino. Quindi, accendete tutti i computer: 160.000 processori all’opera, questo è il Fermi.

In questo video potete vedere il Fermi e il momento del suo arrivo al Cineca. Immagino l’emozione dei ricercatori quando hanno montato il supercalcolatore e l’hanno messo in funzione. Noi visitatori siamo rimasti in deferente osservazione (tipo bocca aperta e occhi sgranati) davanti agli enormi cassoni di questa mostruosa intelligenza virtuale. Il Fermi è composto da tre – ma non sicura, forse sono di più. comunque non è questa la cosa importante – enormi ‘mobili’ metallici e circondato da una decina (ma non li ho contati) di cassoni enormi che sono i condizionatori. Il consumo di elettricità del Cineca – dovuto appunto ai condizionatori più che ai calcolatori – è una cifra inimmaginabile e infatti non la ricordo nemmeno: il Centro è il secondo utente maggiore di Enel dell’Emilia Romagna. Chi indovina il primo riceverà un sorriso😉 Poi ve lo dirò nei commenti, ma prima tentate di indovinare.
Torniamo al supercalcolo. Il Fermi elabora, simula, calcola, ma su cosa si basa quando non ha le informazioni che gli servono per completare un calcolo? Ma su Pico, diamine!🙂
Pico – enorme pure lui, occupa una camera ancora più grande di quella di Fermi – è una piattaforma di immagazzinamento dati, gestione, calcolo, visualizzazione: servizi che vengono anche affittati all’esterno, alle Poste, alle banche, alle grosse aziende. Tutti i movimenti delle carte di credito, i pagamenti, le informazioni che forniamo quando acquistiamo su internet, qualsiasi nostro dato, vengono tutti elaborati da Pico che li conserva e li raccoglie. Quando Fermi ha bisogno di un dato: quanti uomini di sessantacinque anni sono presenti in Italia? Pico elabora, fornisce la risposta a Fermi e il supercalcolatore procede con le sue operazioni. Esempio banale, ma ogni banalità può essere utile in uno studio scientifico.
Il Cineca non ha scopo di lucro, ma allora con cosa ‘sta in piedi’? Con i servizi che affitta alle aziende esterne: Le banche possono dare i loro dati da gestire al Cineca e il Centro pagherà gli stipendi a tutti i dipendenti di Unicredit e altri istituti di credito.
Chiunque abbia bisogno di elaborare progetti, di simulare il volo di un nuovo aereo per testarlo prima di costruire venti costosi prototipi, di studiare il comportamento di nuovi prodotti si rivolgerà al Cineca a affitterà alcune ore di lavoro di Fermi.
Ma la ricerca e il supercalcolo non si fermano. Il Cineca si sta già guardando intorno per scegliere il nuovo supercalcolatore che arriverà nel 2016 – Fermi è arrivato nel 2012 – e ha già ‘preparato il posto’, un enorme spazio in un’altra sezione del Centro, in una camera dove i condizionatori lavorano senza sosta come nel resto del Centro.

Inutile dire che il Centro Cineca è superblindato e fino a poco fa non era mai entrato nessuno. Ora hanno accettato di organizzare queste visite, per ora è accaduto due volte, e pare siano felici dell’interesse suscitato. La visita si è conclusa con la visione di alcuni filmati nel Teatro virtuale: uno sui cambiamenti di Bologna partendo dalla Bonomia etrusca, doppiato da Lucio Dalla e Sabrina Ferrilli, uno che mostra cosa accade in un’eruzione di un vulcano in pochissimi secondi, con zone di colore diverso che simulano i vari gradi di calore che si raggiungerebbero, e uno che mostra la storia della creazione dell’universo in nove minuti. Molto affascinanti, coinvolgenti, emozionanti, come tutta la visita.

6 pensieri su “Il Cineca: un’eccellenza bolognese

  1. Non ne ho idea di chi sia il cliente che consuma più energia elettrica in Emilia Romagna, certo però che questo Cineca ha un gran cervellone se riesce a fare tutti questi calcoli. Una cosa che mi ha colpita è che nell’era nella quale si cerca di costruire sempre più miniaturizzato (per quanto riguarda elettronica e company) Cineca invece sia molto grande.
    Ciao, buona giornata. Patrizia

    1. Il Cineca ha questi supercervelloni enormi perché al loro interno hanno migliaia di processori che devono lavorare contemporaneamente. I processori saranno piccoli, ma 163.000 occupano tanto posto😉
      Il cliente è (rullo di tamburi) Polli Amadori che, al contrario di Cineca che deve raffreddare i cervelloni, deve riscaldare i polli e i pulcini.
      Grazie Patrizia. Buona giornata.

  2. Scambio di calore e risparmio energetico, eureka!
    Joint venture CinecAmadori: il calore del Cineca è smaltito riscaldando/cuocendo polli Amadori😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...