Leggendo e navigando

cerchio-eggers

Ho appena concluso, domenica sera, la lettura di un romanzo che deve ancora uscire (no, non posso ancora dire), e già lunedì, ieri, la biblioteca mi ha comunicato che era disponibile il libro che avevo prenotato: Il cerchio di Dave Eggers. La saggezza direbbe che dovrei prima scrivere qualcosa sul romanzo di prossima uscita, prima di dimenticarmi cosa voglio dire, ma di saggio ormai ho solo l’abitudine a coprirmi quando fa fresco e togliermi la giacca se fa caldo. Quindi, ieri sera ho iniziato la lettura del romanzo di Eggers che tanto mi ha incuriosita. Non abbastanza da spenderci i 20,00 euro richiesti dall’editore (ma vi rendete conto? venti euro per un libro: a me paiono folli) e richiederlo in biblioteca, penserete. Certo, ho appena effettuato quell’operazione di decluttering della libreria casalinga e non intendo riempirmi subito. Ho cercato l’ebook ma costa 9,99 e ha i malefici DRM. Perciò ho chiesto il libro a prestito, sana abitudine che condivido con il Re in persona. Inoltre, seppure il libro mi è stato raccomandato da ben due amici che so essere buoni lettori, e l’argomento trattato è per me di grande attrazione, ho qualche remora, tipo quelle scritte in questo articolo.
Nel frattempo, mentre cerco di scrivere questo post, rispondo ai commenti su un articolo che ho messo ieri su facebook e che parla (anche) della tredicenne stuprata per mesi in un garage da suoi coetanei, notizia che mi ha come sempre sconvolta e che di certo ha sconvolto tutti. Ma oltre a sconvolgerci, io credo dovremmo farci molte domande. È da tempo che lo dico: a me questa società preoccupa molto, il modus in cui sono cadute le famiglie mi angoscia, il menefreghismo, il lascia che faccia, i “son ragazzi”, mi turbano alquanto. C’è un’ostinazione reiterata a non volere vedere, un chiudersi gli occhi e le orecchie pensando “sono gli altri, i miei non sono così”, ignorando che gli altri siamo noi.
È ora di mollare smartphone, social, selfie e guardare (guardare davvero) ciò che accade intorno, osservare i nostri figli e capire cosa abbiamo rovinato in loro. Ma temo sia troppo tardi.
La letteratura, che una volta si diceva essere opera di fantasia anche estrema, è abbondantemente superata dalla realtà.

Advertisements

2 pensieri su “Leggendo e navigando

  1. Una realtà che diventa sempre più orribile e difficile da sostenere, almeno per quanto mi riguarda.
    Da qualsiasi parte ti giri c’è violenza, menefreghismo, arroganza e tanto altro. Eppure alla fine sono tutti angioletti, volevano solo divertirsi, non sapevano di fare tanto male, ecc. ecc. ecc.
    Mah, dove arriveremo di questo passo se non sempre più in basso!!
    Un caro saluto, Pat

    Mi piace

  2. Dieci anni fa, mamma mia come sono passati gli anni, frequentavo la prima liceo e era un vero inferno!
    Prima ancora che scoppiasse il caso o la moda giornalistica del bullismo. Al tempo ancora, quando i professori dicevano: sono solo ragazzi… se la devono vedere tra loro. Mi ricordo quel periodo con garnde amarezza. La mia rabbia, le lacrime e tutto il resto. Per fortuna mia madre mi sostenne, conoscevamo la direttrice e riuscì a superare l’anno. A quel tempo i professori tendevanp a minimizzare
    Siete genitori, ma ricordatevi che i vostri figli hanno un cervello, possono sviluppare le loro opinioni da soli, ma sono comunque influenzabili. I detti del “fatti i c**** tuoi e vivi cent’anni” dimenticatevlo per favore. Bisogna avere il coraggio di imporsi e portare avanti le proprie idee. Date stimoli. La mia generazione e quelle successive, non sono irrecuperabili.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...