Noia

8ac710f0be_6033183_med

È come avere male ai denti, senza che sia davvero dolore. È quel senso di presenza scomoda, quel disgusto leggero che non sai da dove proviene ma sai dove vorresti mandarlo.
Forse è solo mollezza intellettuale, legacci alla mente che impediscono di andare, operare, fare, baciare (lettera, testamento). E quindi, disgusto di sé e del poco che si fa.
Come togliere i legacci? Come liberare il pensiero e dargli spazio? Continua a leggere “Noia”