Buon 2015! Anche se può solo peggiorare

citazione-da-la-cura-di-franco-battiato-maxw-650

C’è poco da dire: che stia andando male lo sappiamo tutti. E non crediate che parli dell’Italia – si potrebbe già chiudere qui e saremmo tutti d’accordo -, parlo proprio della letteratura, quella che una volta era un’Arte e che ora è commercio. Ormai sappiamo che il libro è un prodotto, e di certo è un oggetto che le aziende preposte vogliono vendere (logico. Nessuno si aspetta niente di diverso), ma che la scrittura si sia ridotta a una mera operazione commerciale, qualche decennio fa non lo avremmo immaginato.
È da poco uscito un libro a quattro mani e io non lo comprerei neanche se me lo regalassero (per dire eh: una sorta di ossimoro letteral popolare), perché quando ho visto i due autori ospiti da Fazio in tv (e ci mancherebbe! figuriamoci se lui non ospita i soliti noti) ho annusato aria sporca di operazione a tavolino. Non solo; oltretutto l’idea di questo libro è di una banalità sconcertante: una donna sull’orlo della separazione dal marito riceve lettere da un angelo. Già questo basterebbe per farmi salire conati di nausea. Aggiungiamoci anche che i due spacciatori di scrittura a quattro mani (che potrebbe essere un plus ai miei occhi) si sono limitati a scambiarsi epistole (uh! quanto interessante questa cooperazione! che grande scambio di idee, opinioni. che confronto stimolante), spacciando poi il tutto per un “libro a quattro mani”.
Avrete capito tutti che sto parlando del libro “Avrò cura di te*” del duo Gamberale/Gramellini, edito da Longanesi. Vorrei dire qualcosa anche sul titolo: più ovvio, scontato, banale di così non si poteva. Complimenti.
Ben diverso è il titolo della canzone di cui sopra, “La cura“, semplice e secco, ma suggestivo. Anche la cura (un gioco di parole che mi è venuto così, sul finire dell’anno) per la ricerca del titolo indica qualcosa al lettore. Se un libro è commerciale, anche il titolo lo sarà. Ma, ovvio, fra Battiato e Gramellini non c’è storia.
Tornando alla Letteratura, scomparsa da anni dalla nostra società, naufragata in un mare di libri richiesti, di libri suggeriti, di libri nati con le indicazioni di qualcuno che ha studiato il mercato, e commissionati poi al personaggio del momento, sia esso calciatore, velina o vice direttore di un giornale, essa non è più tra noi. È diventata un accozzaglia di libercoli insulsi, noiosi, banali, libri in cui non c’è traccia di arte, e nemmeno di passione, di visionarietà, creatività. Libri tarocchi e farlocchi che il mercato continua a comprare e quindi a richiedere.

Nel frattempo qualche penna originale si autopubblica o smette di scrivere.
Quindi, Buon 2015 con questo video. Questo sì che avrà cura di voi del vostro spirito.

 

 

* qui, un interessante post scritto da qualcuno che ha letto il libro. Ci sono alcune frasi che vi faranno pensare. A cosa lo direte voi. Spero che non vi si riproponga il cotechino dello scorso Capodanno.

Annunci

5 pensieri su “Buon 2015! Anche se può solo peggiorare

  1. Hai proprio ragione. Non può che peggiorare. I colossi intasano le librerie con la mediocrità e ti fanno credere che quello è il meglio e se non leggi quello che ti viene propinato non sei “in”, non capisci niente o peggio. Leggevo proprio ieri un articolo su “Altroconsumo” a riguardo del monopolio degli e-book da parte di Amazon e di come si comporta scorrettamente nei confronti delle case editrici che non accettano le sue condizioni economiche. Il pericolo è che stanno togliendo la libertà di pensiero e di cultura e noi lettori nemmeno ce ne accorgiamo!

    Mi piace

    1. E oggi ho letto un articolo in cui si parlava dell’iva degli ebook, che pare andrà al 4% come è per i cartacei, ma solo per gli ebook con ISBN. Siccome chi pubblica su Amazon può anche non avere il codice ISBN, se ha fatto questa scelta si ritroverà ad avere ancora l’iva al 22%.
      L?articolo è questo:
      http://www.steamfantasy.it/blog/2015/01/04/iva-al-4-anchio-no-tu-no/

      Grazie a tutti per gli auguri e per i commenti.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...