Lettera chiusa a Babbo Natale – di Semprevento

SONY DSC

Caro Babbo Natale,
e fin qui nulla di strano, le lettere iniziano sempre così.
Tu non mi sei particolarmente simpatico, ma questo lo sai.
Non amo particolarmente le feste, tutte.
Ma è una questione tra me e il vento, che si è aperta un bel giorno a mia insaputa e non si è più chiusa.
Da piccola ti ricorderai di quella bimbetta che il 24 dicembre stava sveglia per sentirti arrivare.
Avevo l’albero in camera, ma la mamma spengeva sempre le lucine ed io restavo al buio.
E più le dicevo che volevo restassero accese e più lei mi spiegava che Babbo Natale non lo dovevo vedere.
Così voleva Gesù bambino.
Mi arrendevo anche al sonno, non solo al volere di mamma, al tuo e a quello di Gesù bambino.
Ma per un bel po’ ci ho creduto. Poi una volta son riuscita a vedere due ombre: una di babbo e una di mamma. E ho capito tutto.
Ma mica gliel’ho detto. Mi sono tenuta il segreto stretto stretto nel mio cuore.
Mi sembrava un regalo anche quello.
Ora, anche se ti scrivo come avessi 8 anni, e in realtà ne ho più di 50, è perché vorrei chiederti una cortesia. Vorrei riprovare quelle sensazioni di bimba.
Vorrei alleggerirmi per una volta di tutto quel bagaglio che ho chiuso in questa grande valigia.
La vedi quanto è grossa? Dimmi tu come faccio a portarla tutta dietro!
Magari se riuscissi a vedere quella scia luminosa che segue la tua slitta, forse mi sentirei di nuovo una combattente.
Credi che potresti farmi questa cortesia? Tutti dicono che sei un fenomeno, che ascolti tutte le preghiere, che porti carezze e doni, che sei magico, e allora magari funzioni anche con me.
Non immagini quanto sarei felice di vedere nel cielo scuro brillare la tua slitta. E potrebbe anche essere che la vedono anche tante altre persone.
Tutte quelle che, come me, hanno un peso grande da portare.
Pensa, caro Babbo Natale, faresti felici anche loro. E magari non hanno chiesto nulla, ma proprio nulla.
Caro, caro, e caro Babbo Natale ti saluto e ti aspetto col naso all’insù.
Curiosa, gioiosa e bimba di 8 anni o giù di lì.

A questo punto dovrei firmarmi.
Ti lascio il mio nome più bello.
….è solo Vento.

Semprevento

 

 *prosegue la pubblicazione dei testi della pagina natalizia 2014 di Scriveregiocando. Semprevento ha già partecipato altre volte alla pagina natalizia, sempre con testi poetici e bellissime immagini create da lei. Quest’anno, Semprevento propone una lettera a Babbo Natale; lettera che ognuno di noi ha pensato, almeno una volta, di scrivere al caro vecchio con la barba e il vestito rosso. Perché ognuno di noi ha una grande valigia da trascinare.

Annunci

2 pensieri su “Lettera chiusa a Babbo Natale – di Semprevento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...