La “differenziata” – di Claudia Giacopelli

albero differenziata

Joshua ha nove anni. E’ un bimbo curioso e attento a quanto gli accade intorno.
Da diverso tempo osserva i suoi genitori fare la raccolta differenziata. È affascinato dall’idea che gli scarti possano essere riciclati in qualcosa di utile, sapere che la vita dei rifiuti non finisce nel cassonetto dell’immondizia.
Spesso fa domande del tipo: “Questa bottiglia cosa può diventare? E le lattine dell’aranciata?”
A turno sia la mamma, sia il papà, gli spiegano pazientemente come si dividono i materiali, abituandolo a fare altrettanto, e quando hanno dei dubbi fanno il gioco del “chi ci azzecca”, tirando a indovinare e andando poi a controllare sul rifiutologo dato in dotazione dalla municipalizzata.
E arriva il Natale.
Cominciano a progettare dove collocare l’albero di Natale, di quali colori e nastri addobbarlo, se fare dei dolcetti alla cannella per abbellirlo ulteriormente. Poi Joshua chiede:
“Mamma, ma finito il Natale, dove lo ricicliamo l’albero? Noi non abbiamo un giardino dove poterlo piantare!”
I genitori si scambiano uno sguardo interrogativo, subito superato dalla risposta pronta della mamma che gli risponde:
“lo portiamo all’Ikea! Ci pensano loro a riciclarlo.”
Joshua butta lì un “Ah!”, come di chi sembra soddisfatto della risposta.
In realtà resta un poco perplesso. Nella sua testolina pensa a cosa possa diventare il suo albero. Mensole? Camerette? Giochi? Li pianteranno in giardini norvegesi? Là hanno così tanti boschi…
I giorni passano, l’albero di Natale fa la sua bella figura in salotto con tutte le lucine che si accendono alla sera, ma Joshua non è sereno: spesso ha un’aria pensierosa. Non sapere bene cosa succederà al suo albero di Natale, lo tiene in ansia.
La sera della vigilia di Natale, dopo la cena, va a letto agitato. Già arriverà Babbo Natale a portare i doni e poi, ‘sta cosa del suo alberello. Dopo molto pensare, il sonno prende il sopravvento sulla sua agitazione.
E Joshua si ritrova a fluttuare nella notte, tra la terra e il cielo, dentro a una corrente d’aria piacevolmente calda. Sorvola mari e case, catene montuose e pianure e, dopo molto volare, finalmente vede una lingua di terra piena di abeti. La corrente lo porta più vicino a terra, può quasi toccare la neve sulla punta degli alberi.
In una strada che serpeggia fra i boschi, c’è un grosso articolato; sulla sua fiancata campeggia una grande scritta: IKEA. Dentro, sorretti dalle sponde, centinaia e centinaia di abeti. Il camion si ferma davanti ad una pianura estesa dove, ad attenderlo, ci sono una trentina di uomini muniti di pale. Grandi gru scaricano gli alberi e gli uomini provvedono a piantarli in buche già pronte.
Joshua resta a vedere fino a quando quasi tutti gli abeti sono stati piantati, poi, sempre fluttuando, ritorna al caldo, sotto le coperte del suo letto.
Quando, la mattina di Natale, la mamma lo sveglia, è felice e di buon umore. Racconta ai genitori del viaggio di quella notte e ora sa, con estrema certezza, che il suo albero vivrà dopo Natale, insieme a molti altri alberi di Natale e in un impeto di gioia grida:
“Evviva la raccolta differenziata!”

Claudia Giacopelli

* prosegue la pubblicazione dei testi della pagina natalizia 2014 di Scriveregiocando. Claudia è una vecchia amica di scriveregiocando e ha partecipato a molte pagine natalizie. In questo racconto, molto moderno e attuale, ha dato un significato divertente alla parola ‘differenziata’ abbinata al Natale e ha mostrato come sia importante stimolare nei giovani il senso civico e l’anima ecologica.

Annunci

Un pensiero su “La “differenziata” – di Claudia Giacopelli

  1. Molto bello. Un invito a fare la raccolta differenziata ma soprattutto ad insegnarlo ai bambini, che apprendono facilmente e facendoglielo poi passare come un gioco, lo fanno anche volentieri e divertendosi.
    Un caro saluto. Buona serata, Pat

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...