Che cosa serve per scrivere un libro di successo

snoopy-scrittore-lettere-di-rifiuto-7

La domanda (digitata da qualcuno su google e approdata poi al mio blog) è chiara: non stiamo cercando di scrivere un bel libro, non un romanzo con una storia originale, non un testo con una voce narrante insolita, non un libro con una scrittura curata e chiara.
Stiamo cercando la strada per il successo, per il botteghino, per l’acclamazione, per la fama.
Cosa direbbe Stephen King? Avrebbe la risposta a questa domanda, lui che mastica successo spalmato sul pane farcito dalle royalties dei suoi romanzi?
Ma credo di potere affermare, e se mi sbaglio non datemi la prova dei miei errori, che lui non abbia mai inseguito il successo. King ha sempre inseguito la Storia, quella che ti tiene incatenato al libro e ti fa sfogliare le pagine dimenticandoti di andare a letto, di mangiare, di andare in bagno. C’è molta differenza tra scrivere una storia che senti, che preme per uscire, e una storia confezionata per attrarre pubblico ed editori.
Naturalmente, se il botteghino paga, sembra che i secondi siano i vincenti, e di certo lo sono – quando si riempie il portafogli non si perde, no? -, ma la letteratura, quella vera, non deve generare solo “successo”. Dovrebbe generare Bellezza, affascinare i lettori e mostrargli qualcosa che prima non conoscevano.
Qualche sera fa in tv c’era Cecità, il film tratto dall’omonimo libro di Saramago, libro che mi ha sconvolta e che ho suggerito a tanti. L’argomento è tosto, le immagini sono forti e le emozioni che suscita sono anche di allontanamento, ma non ci si allontana da un testo simile. Se lo stomaco non regge si molla e via, ma se si riesce a travalicare l’ansia e il disgusto, si continua la lettura perché non se ne può fare a meno. Alla fine della lettura sapevo cose che prima non conoscevo. Non dico che mi abbia cambiato la vita, non lo dico di nessun libro perché per me non è possibile, ma quando un libro mi mostra delle cose, mi sottolinea comportamenti e sentimenti che sono già qui davanti a me ma che non ho compreso prima della lettura, allora quel libro è Grande Letteratura.
Gli altri no.
Quindi, un libro che trasmette queste emozioni, che suscita ribrezzo e interesse nelle stesse righe, è Arte. Nel caso di Saramago ha avuto anche il successo, ma spesso le due cose non sono accompagnate.
Se volete scrivere un libro di successo seguite le mode e non sbaglierete: una bella trilogia, del sesso a buon mercato, affari della Chiesa misti a cose che in chiesa non dovrebbero andare. Fate una bella insalata con un po’ di tutto e via con il vostro “libro di successo”.
Io mi limiterò a copiare indirizzi sulle buste.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...