Maledetti DRM

drm

L’ebook ha cambiato le nostre abitudini ed è entrato nelle nostre vite.
Tutto è accaduto velocemente e gli editori si sono adeguati a percorrere strade che non avrebbero mai immaginato.
Una sorta di rivoluzione culturale che passa attraverso il mezzo (tralasciamo per ora il contenuto).
Divulgare un libro digitale comporta nuovi dilemmi: cosa ne farà il lettore di questo libro senza fisicità? Un libro che può passare da un computer all’altro e può essere letto da molti lettori? (magari!)

Ci toglierà parte dei nostri guadagni, incasseremo molto meno. Se un ebook fa il giro degli amici, noi perderemo venti vendite per ogni libro digitale acquistato.
Ecco quindi nascere quel bellissimo dispositivo che sono i DRM Adobe, che il signore se li porti!

Ed ecco quindi che la sottoscritta non comprerà un libro con i suddetti, che non sono gli attributi di Letta, oggi menzionati in ogni TG), ma sempre i maledetti lucchetti.
Ecco però che la sottoscritta si fa infinocchiare da un regalo di Bookrepublic qualche mese fa (era caldo. forse giugno) e ‘acquista’ a costo zero il libro (il primo, che ora ne ha scritto un altro e anzi questo regalo serviva a promuovere il secondo romanzo) di Silvia Avallone, Acciaio.
Ecco che, sempre la sottoscritta, tenta di trasportarlo su Calibre in modo da scaricarlo poi sul reader di sua competenza.
Lo spostamento non riesce, io mi dimentico di Acciaio e dei DRM.

Ma, ecco il ma che arriva a sconvolgermi, qualche giorno fa vedo Silvia Avallone in tv e mi ricordo di quel file.
Tento di nuovo, ma ancora fallisco.
Ho fatto di tutto (e dire che tempo fa, complice il prestito bibliotecario: anche gli ebook si leggono a prestito) avevo letto due libri con i DRM ed ero riuscita a scaricarli nel Sony.
Comunque, perdo una mezza giornata, scarico tre volte il file .acsm da Bookrepublic, tento di aprirlo con ogni programma a mia disposizione, in ultimo, presa dall’angoscia, provo anche con un apriscatole, ma nulla.
Rispolvero il mio id Adobe, naturalmente non ricordavo la password e ovviamente Adobe non vuole che si mantenga in memoria, quindi ne richiedo una nuova, riprovo con Abobe Digital Editions, ma certo Acciaio va lì, ma non dove vorrei io.
Mi sento una ladra, ma vorrei che l’ebook da me acquistato (anche se non l’ho pagato, ma la procedura è la stessa) andasse dove desidero. O no?

Alla fine, dopo avere interrogato san google, scopro un’app da scaricare sul cellulare e sul tablet, mi mando il file nel dropbox, lo scarico sul tablet, abilito la app a leggerlo (sempre con il benedetto id Adobe) – altre due ore perse -ed ecco il miracolo: posso leggere un romanzo seduta in poltrona!
Benvenuti nel 2013, maledetti DRM!

* l’immagine proviene da qui

Annunci

6 pensieri su “Maledetti DRM

  1. pure io ho scaricato qualche libro gratuito da Bookrepublic e ho avuto questi problemi. E quindi ho lasciato perdere.
    Tanto, se voglio proprio leggere quel libro, altre strade le trovo 🙂

    Mi piace

  2. Ma la cosa che fa ridere è che se io ho un libro fisico, posso sempre prestarlo ad altre persone che quindi non lo compreranno mai! Questa storia dei diritti digitali è fasulla e serve solo per far guadagnare le casa editrici (e non gli autori che per la maggior parte prende una percentuale fissa)

    Mi piace

  3. I diritti digitali sono il perfetto esempio che l’editoria in italia non è in grado di capire in pieno le potenzialità degli e-book. Se i libri digitali costassera 3-4 euro massimo (ma solo quelli appena usciti, gli altri non dovrebbero costare più di 2 euro), non peserebbe a nessuno comprarli, e le vendite aumenterebbero, invece che diminuire. E invece aumentano il prezzo, e li vincolano con dei diritti che non fanno altro che compklicare le cose e impedire che il mercato degli ebook esploda completamente anche qui

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...