Le baby qualcosa non sono figlie del cavolo

nati-sotto-un-cavolo

* foto Anne Geddes

È da tempo, da anni, che sono angosciata (sono solo io?). Quando lessi il libro di Marida Lombardo Pijola trovai molte conferme ai miei timori.
Da quella lettura è derivato anche un mio racconto La famiglia perbene, e quando scrivo un racconto dopo una lettura significa che il carico è troppo forte.
Quando esce una storia come quella delle ragazzine di Roma, tutti gridano allo scandalo. Ma molti gridano perché non hanno mai osservato davvero cosa accade in giro. Basta uscire e camminare, entrare nei negozi, salire sull’autobus. E guardare.
Ma è più comodo non vedere, Continua a leggere “Le baby qualcosa non sono figlie del cavolo” →

In territorio nemico il 3 dicembre a Imola

In territorio nemico_small

Martedì 3 dicembre, alle ore 20.30, Vanni Santoni e le SICster Carla Casazza, Elisa Massari e Morena Fanti presenteranno In territorio nemico alla Biblioteca Comunale di Imola (Via Emilia 80).

Il libro ha già avuto centinaia di presentazioni e per me è la terza. Continua a leggere “In territorio nemico il 3 dicembre a Imola” →

Compressione e confusione

Sbrain_gallery_04

Ho iniziato a scrivere un post il 19 novembre, un post che mi preme e che non si può scrivere velocemente.
Ho sospeso perché dovevo uscire, poi ho sempre avuto impegni fuori casa, compreso un (mio) compleanno da festeggiare (che fatica eh!) e ho mollato tutto.
Poi c’era il post per il mio nuovo libro e poi altre cose. Continua a leggere “Compressione e confusione” →

Un uomo mi ha chiamata Tesoro – un libro di racconti

Prima_Cop_Uomo-om

Esistono tanti motivi per cui un uomo chiama “tesoro” una donna, e spesso questi motivi non hanno niente a che vedere con il significato della parola. Usiamo le parole come se non avessero un senso e, così facendo, le sviliamo di significato.
Cosa significa quando un uomo ti chiama ‘tesoro’? A volte non vuol dire nulla, e altre volte la parola nasconde una richiesta o rappresenta un’azione che è il contrario di ciò che dovrebbe essere. Continua a leggere “Un uomo mi ha chiamata Tesoro – un libro di racconti” →

Masterpiece – la prima impressione

Masterpiece

Oggi volevo scrivere di tutt’altro, ma mi vedo costretta a dire qualcosa su questo nuovo talent, visto che mi ha tenuta alzata fino a un orario improponibile.
Già lo scorso anno mi appassionai a The Voice, ricordate? (Ne ho parlato in questo post) e pensai che per gli scrittori nessuno avrebbe mai fatto la stessa cosa perché uno che scrive non è televisivamente interessante.
Ed ecco che arriva Masterpiece, il talent per gli scrittori, che come ben sapete sono in numero molto rilevante e quindi appetibili.
Ieri sera ero, perciò, curiosa di vedere come avrebbero reso interessante un’attività come la scrittura, che è noiosa da vedere. La scrittura interessa solo che la pratica. Continua a leggere “Masterpiece – la prima impressione” →

Fare da sé

gere-gigolo

“Chi fa da sé fa per tre”, recita il vecchio adagio.
Significa che quando si fa da soli, si ottengono risultati migliori e che il lavoro viene svolto più velocemente di quando, invece, si chiede ad altri?
O significa, forse, che chi fa da solo lavora il triplo?
Anche.
Io credo siano valide tutte e due le versioni. Continua a leggere “Fare da sé” →

Gloria: un film da vedere

locandina Gloria

Un film cileno, forse destinato ai cinema d’essai e ai cineforum, ma che a sorpresa troviamo in programmazione nel centro di Bologna. La storia incuriosisce: finalmente un personaggio maturo, una storia qualunque, una vita comune. Gloria è una cinquantottenne separata, con figli distanti che non la circondano d’affetto e di attenzioni, che la sera esce e va a ballare. A volte trova compagnia per una sera ma, più spesso, torna nel suo appartamento e nella sua solitudine, con un vicino rumoroso e fuori di testa e un gatto che si infila in casa non invitato. Continua a leggere “Gloria: un film da vedere” →

Maledetti DRM

drm

L’ebook ha cambiato le nostre abitudini ed è entrato nelle nostre vite.
Tutto è accaduto velocemente e gli editori si sono adeguati a percorrere strade che non avrebbero mai immaginato.
Una sorta di rivoluzione culturale che passa attraverso il mezzo (tralasciamo per ora il contenuto).
Divulgare un libro digitale comporta nuovi dilemmi: cosa ne farà il lettore di questo libro senza fisicità? Un libro che può passare da un computer all’altro e può essere letto da molti lettori? (magari!)

Continua a leggere “Maledetti DRM” →

Tre libri per affrontare le giornate di novembre

Da oggi, da questo mese, inizia una nuova rubrica su Design With Love, il magazine di arte, design, fotografia, moda e creatività. La rubrica tratterà di tre libri consigliati per il mese in corso.
Questo è il post di novembre, uscito poco fa con la mia firma.
Scoprirete tre libri adatti all’atmosfera del mese e che vi regaleranno emozioni di lettura forti e avvolgenti. Continua a leggere “Tre libri per affrontare le giornate di novembre” →