La cena – di Herman Koch

 La cena
La%20cena_KochHerman Koch
Traduzione di Giorgio Testa

Neri Pozza, 2010

a

a

a

a

a

a

Questo libro mi ha inseguita e alla fine è riuscito a farsi leggere.
Lo vidi, appena uscito, in libreria; lo sfogliai, lessi la quarta e una pagina, non ricordo se la prima o in mezzo, ma non importa. Ricordo che ne ero attratta, ma avevo un impegno e sono uscita in fretta dalla libreria.

Solo ieri ho visto che l’avevo messo nella lista desideri di aNobii, ma non lo ricordavo finché non è arrivato, portato da un’altra persona, a casa. Quando l’ho visto ho capito subito che era quel libro.
L’ho letto in tre giorni, che per me è un record, ma certo è meno corposo del petalo cremisi.

La storia è abbastanza originale e anche il modus della narrazione lo è: il tutto si svolge durante il tempo (lungo e dilatato) di una cena, tra continui flashback e rimandi ad avvenimenti capitati nelle ultime settimane, ma anche nel corso degli anni. I protagonisti sono quattro genitori, due coppie in cui gli uomini sono fratelli, che discutono (dovrebbero discutere, perché la discussione arriva solo al dessert) di un fatto molto grave compiuto dai loro figli.

Tutto qui. Il fatto grave, però, è un omicidio, anche se non premeditato. I due ragazzi, quindici anni (!) erano in giro di notte, avevano già bevuto ma avevano ancora voglia di una birra. In assenza di contante, decidono di prelevare a un bancomat, trovano uno di quelli racchiusi in un piccolo locale, ma dentro c’è un barbone, rivelatisi poi “una barbona” che dorme. Nel locale c’è una puzza disgustosa che disturba i due rampolli e loro prendono a male parole la donna che, disturbata nel sonno, reagisce e tenta di mandarli via. Loro escono, ma trovano vicino ai bidoni della spazzatura alcuni oggetti, una lampada e altre cose e le prendono per buttarle addosso alla donna.

La faccenda finisce male, come ho già detto, ma non svelo nulla: la vera vicenda non è questa. Non solo.

La vera vicenda è il modo in cui i quattro affrontano l’omicidio e in cui decidono del futuro dei loro figli. La voce narrante è Paul, il padre di uno dei due ragazzi. Paul e la moglie Claire hanno un rapporto molto unito e considerano la loro una “famiglia felice”, motivo per cui vogliono proteggere il figlio Michael e mantenere la felicità.

Il fratello di Paul, Serge Lohman, secondo i sondaggi è destinato a diventare il nuovo Primo Ministro olandese. È indubbio che questo possa complicare le cose. Babette, la moglie di Serge non fa altro che piangere e sembra interessata a mantenere intatte le sue possibilità di essere la première dame.
All’inizio la coppia Serge/Babette risulta la più antipatica, tutta protesa a mantenere il favore degli elettori e disposta a sacrificare qualche valore morale sull’altare della carriera politica.

Ma le cose evolvono durante la serata e i flashback raccontati da Paul tra una portata e l’altra di questa interminabile cena e i ruoli si capovolgono. Non rivelerò niente per non togliere la sorpresa a chi leggerà il romanzo.

La storia è ottima (non starò a disquisire sui personaggi, la loro cattiveria e il loro – assente – senso morale: non sono il loro giudice e a me dei personaggi interessa la loro verità, non la loro bontà d’animo), la voce narrante è buona e l’idea è originale. Il romanzo si legge di corsa e avvince. Il finale è abbastanza sorprendente anche se da metà ho intuito qualcosa.
Punti dolenti: la pseudo malattia psichiatrica di Paul, non dichiarata e non nominata. La notizia che tale patologia si possa riscontrare con l’amniocentesi non è ben chiara. Il capovolgimento finale è un po’ affrettato.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...