La testa vuota

Non so se accade anche a voi ogni tanto di avere la testa vuota.
Io oggi mi sento così.
Di solito, quando torno da un viaggio, mi sento sempre la testa molto piena e ho delle cose da dire. Cose di cui l’umanità farebbe a meno, ma che io mi sento di condividere.
Stavolta no.

Viaggiare è cultura, secondo me. Io non ho mai amato studiare la geografia a scuola, ma dopo che ho iniziato a viaggiare (questo è solo il terzo viaggio comunque. non sono una viaggiatrice esperta) ho capito che il miglior modo di studiare la geografia è viaggiare e osservare.
Stavolta non mi sento di avere imparato nulla.
Credo che sia importante girare tra le case, case vere, vedere le persone al loro lavoro, incontrarle e camminarci a fianco. Stavolta tutto questo mi è mancato. A Dubai si cammina a fianco di diecimila persone, ci si aggira tra torri e grattacieli, si  bazzica nel lusso e nell’ostentazione; ma tutto questo non si capisce se riguarda i veri abitanti o gli emiri miliardari che girano in auto cromate dai nomi blasonati.

L’unico momento di interazione l’abbiamo avuto camminando nei suk, prima quello dell’oro con gioielli improponibili per noi, collane pesanti e pacchiane, create per esibire il lusso e la potenza, e poi in quello delle spezie, molto più colorato, profumato e affascinante. Ma anche qui, le interazioni da parte loro sono solo monetarie e non coinvolgenti. Tutti vogliono venderti qualcosa e prenderti più soldi possibile. Nessuna merce ha un prezzo, ma tutto viene inventato al momento, ancora più del Kenya dove tutto è trattabile.

Anche il giro nel deserto, bello ovviamente, non mi ha dato molto. L’emozione di scendere nelle dune e la finta dei driver che ti fanno pensare di essere in pericolo, l’emozione della notte tra la sabbia e le ombre mentre il cielo lampeggia assurdamente. La cena nel campo tendato, seduti sui cuscini, la ragazza che ci ha dipinto le mani con l’henné, il narghilè fumato nella tenda tutti insieme, il sapore dolciastro del fumo caldo e la stanchezza dei giorni passati a fare tutto, e quella della notte che ci attende.

L’arrivo a Malé, l’approdo all’isola e al Club, tra ragazzi che arrivano da ogni parte del mondo e di cui forse neppure uno maldiviano, hanno interrotto ogni contatto ‘culturale’, ogni possibilità di capire come si vive e come si opera in questo luogo bellissimo in cui la pioggia ci ha servito giornate grigie che toglievano ogni colore al mare.
Io credo che in questo viaggio mi sia mancata “la gente”.

Poi, per fortuna, abbiamo avuto delle belle serate di chiacchiere, dei pranzi di confidenze e di scherzi, e allora tutto è andato meglio. Cose che si portano a casa insieme alla sabbia infilata nella suola delle scarpette di gomma da mare.

foto ©Morena Fanti

Annunci

2 pensieri su “La testa vuota

  1. A me capita spesso, in questo periodo poi è veramente vuota e pare non voglia saperne di riempirsi nuovamente. Leggendo il tuo resoconto del viaggio a Dubai mi hai dato la conferma di quello che ho sempre pensato di questo luogo, sarà che a me piacciono i luoghi dove c’è storia, dove c’è un passato da scoprire, i piccoli paesini e le viuzze da percorrere con i negozietti da scoprire, dove i proprietari sono cordiali e disposti anche a fare qualche chiacchiera in tranquillità. Forse perché non ho mai fatto grandi viaggi e quindi sono ancora più inesperta di te, ma ho sempre amato gironzolare in posti dove la vita la si sente palpabile.
    Ciao, Pat

    Mi piace

  2. ciao!Io credo che qualsiasi viaggio ti possa lasciare qualcosa. Ovvio, ci sono quelli in cui respiri VITA e che alla fine trasudi letteralmente e poi ci sono quelli che forse non sono come te li aspettavi… ma alla fine, qualsiasi viaggio vale la pena di essere fatto.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...