Questa è bella

In questo articolo ci sono alcune considerazioni interessanti sul self-publishing.
Ma non vi invito a leggerlo solo per questo.

All’interno del pezzo c’è anche questa anteprima:

Per chi non si ricorda, o non lo sa, ricordo che In territorio nemico è il Grande romanzo SIC, alla cui stesura ho partecipato pure io.

Beh, insomma, sono soddisfazioni. Anche se io rappresento solo un centesimo di questa produzione, potrei quasi dire che sto per pubblicare con Minimum Fax 😉
Sapevo la notizia da mesi ma mi era stato vietato di darne seguito. Ma ora vedo che Vanni Santoni ne ha parlato e quindi mi sento autorizzata a divulgare la buona novella.

Del romanzo SIC ho già parlato qui, qui, qui e qui

Ma teniamo d’occhio anche il self-publishing. Sono mesi che lo dico, ma ormai ci siamo. Credo di avere deciso.

Annunci

6 pensieri su “Questa è bella

  1. Direi che è l’unica strada. Mia sorella pubblica con un editore che lascia nel suo testo un numero sproporzionato di refusi. A partire dalla prima pagina. In pratica zero correzione di bozze. Fa una presentazione in Feltrinelli… Uno si dice “wow in Feltrinelli”. Hanno fatto una bella esposizione del libro qualche ora prima e dopo la presentazione, poi il giorno dopo sai che hanno fatto? Hanno rimosso tutti i libri e buttati in magazzino… Cioè, dimmi tu, ma come si pretende di essere notati in una già gran marea di libri? Il problema gira sempre intorno al soldi. Gli espositori costano va anche bene (non va bene, ma diciamo che accettiamo la cosa)… Spostali e mettili non so da un’altra parte meno visibile, in 2 o 3 copie se non vuoi mettere tutte le 20 o 30 che erano, ma in magazzino, dai… in magazzino. E non sto dicendo che il libro è il migliore del mondo. Ogni libro ha il lettore a cui piace e il lettore a cui non piace, ma in magazzino è proprio inutile… È umiliazione allo stato puro. L’editore se li vedrà recapitare tra qualche mese perché non li hanno venduti… e vorrei pure vedere se ci riescono a venderli visto che nessuno li vede su nessuno scaffale… Vorrei concludere con un brutta esclamazione ma voglio fare la persona educata 🙂 . Tienimi informato su quello che fai, lo sai sono curioso dei dettagli…

    Mi piace

  2. auto produzione dici? Non c’è nulla di male, del resto, le case editrici sono nate dopo, in un certo senso sono pure cosa recente.
    Il guaio è che da quando ho il kindle mi sto convincendo sempre di più che anche la forma classica del libro sparirà

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...