Torniamo alla normalità

Dove ‘normalità’ va tra virgolette perché ‘normale’ è una cosa che non esiste, in quanto ognuno ha la sua normalità.
La frase del titolo, però, in questo inizio di settimana dopo le feste natalizie, assume un significato preciso:  torniamo alla vita vera, a quella che non si nutre di pranzi e cene, di dolci con i canditi e di pasta ripiena e brodi lussureggianti con capponi e tortellini. Sempre se tutto questo è avvenuto, visto che i consumi di cibo nelle settimane precedenti il Natale sono calati di un 20/30 per cento.
Anche se non abbiamo esagerato con il cibo, quello che connota i giorni di festa è un clima di stallo. Ed è questo che, a lungo andare, nuoce al mostro umore.
Alla fine abbiamo tutti questo desiderio di rimetterci in moto, di puntare la bussola e avanzare verso la nostra direzione, cosa che di solito facciamo il sette gennaio e che quest’anno abbiamo prorogato a oggi.
E allora andiamo.
Io sto già lavorando a due cose: un’intervista/articolo al titolare di un’agenzia letteraria e un testo che mi frulla in testa al quale non riesco a dare corpo.
Forse mi aiuterà la normalità. (una rima! vade retro). Ritento:
Confido nella ritrovata normalità per trovare la giusta ispirazione.

© Foto Morena Fanti – Sestola, 6 gennaio 2012

Annunci

2 pensieri su “Torniamo alla normalità

  1. Dipende tutto dalla “normalità”, se è asfissiante con i suoi impegni e oneri o se ti permette gli automatismi che concedono libertà di usare la testa a tuo piacimento.
    La tua normalità mi sembra altamente produttiva.
    Sestola, eh? Nuoceva all’umore? 🙂
    Un bacio di buon anno (ritardatario).

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...