adALTAvoce

Anche quest’anno l’iniziativa adaltavoce regala alla città [Bologna] dei momenti intensi e affascinanti. Sono molti i personaggi, attori, scrittori, persone di spettacolo, che si alternano in questa staffetta dentro la città.

Stamani ero qui:

Ore 11.30
Casa dei donatori di sangue AVIS
Via dell’0spedale, 20

presenta: Andrea Tieghi
leggono: Marco Berry, Tahar Lamri, Anna Sarfatti, Vito

Vito non è arrivato in tempo e ci è dispiaciuto ma gli altri lettori ci hanno intrattenuto con grazia, allegria e passione.
Anna Sarfatti ha letto una favola delicata e tragica, dal forte significato di solidarietà e umanità, per fortuna con lieto fine, e l’ha interpretata in modo delizioso, come un’intera troupe di teatro.
Tahar Lamri, algerino in Italia da 22 anni e residente in Romagna, ha letto e dialogato (molto bene e con grande spirito) in dialetto romagnolo.
Marco Berry, che è torinese, per non essere da meno, ha letto la poesia di Totò: ‘A livella, dopo avere raccontato un episodio divertente di quando Jonathan voleva diventare una jena e si è sottoposto alla prova di coraggio…
Davvero una bella mattina.

e alle 18 sarò qui:

Ore 18.00
Aula Magna Santa Lucia
Via Castiglione, 36

saluto di Alberto Ronchi
assessore comunale alla Cultura
presenta: Giampaolo Colletti
leggono: Silvia Avallone, Antonio Caprarica,
Gianni D’Elia, Ivano Dionigi, Jack Hirschman
Simonetta Agnello Hornby, Valerio Onida,
Andrea Purgatori, Paolo Rumiz,  Filippo Vendemmiati, 
un volontario
di Ausilio per la Cultura e una testimonianza
degli artisti del Teatro Valle di Roma

Donatella Massimilia, Gilberta Crispino, Francesca Romana Nascè e Federica Torchia del CETEC – Centro Europero Teatro e Carcere

accompagnamento musicale di: Valeria Cimò,
Federico Poggipollini e il Corpo Bandistico G.Puccini D.L.F Bologna
regia: Paolo Billi

4 pensieri su “adALTAvoce

      1. Jack Hirschman non lo conoscevo ma solo leggendo questo pezzo da wikipedia, mi fa capire la potenza di cui parli.

        « Smetterò di scrivere e dipingerò soltanto
        smetterò di dipingere e canterò soltanto
        smetterò di cantare e me ne starò seduto soltanto
        smetterò di stare seduto e respirerò soltanto
        smetterò di respirare e morirò soltanto
        smetterò di morire e amerò soltanto
        smetterò di amare e scriverò soltanto »

        Riesco a immaginare anche la forza dell’intera manifestazione con artisti del genere. Pogipollini con la forza musicale, Bergonzoni oratoria, e adesso Hirschman poetica. Sicuramente ci saranno stati di altri a me sconosciuti, ma che avrei ascoltato con ammirazione. 🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...