Cosa volete che vi dica?

Il caldo aumenta, le giornate sono loffie – agosto è pur sempre agosto: il mese menzognero che promette e non mantiene, il mese in cui tutti sentono l’obbligo di divertirsi a oltranza – ma già si intravvede settembre, il nuovo inizio.
Se si vuole fare qualcosa occorre concentrarsi e preparare un piano di lavoro, altrimenti l’anno è già definito.
Finora ho lavorato bene, sono quasi soddisfatta: mi aspetterei di raccogliere qualche frutto, qualche grappolo di uva e due chili di fichi.
Ho spedito molte mail agli editori e risposte zero ma non sono ancora passati tanti mesi, solo sei o sette e per leggere, si sa, ci vuole tempo.
Nel frattempo non sono stata seduta ad aspettare ma ho quasi prodotto un libro di racconti – non una raccolta ma un insieme di racconti sviluppati con voci e stili diversi ma con lo stesso denominatore – e letto parecchio, oltre ad altre occupazioni che non hanno niente a che fare con i libri e che si chiamano vita.
Sto terminando la lettura di WWW1: Risveglio di Robert J. Sawyer e ne sono affascinata, soprattutto dalla parte in cui Caitlin, una sedicenne nonvedente, grazie all’intervento di un giapponese che le impianta uno “strumento ottico” vede delle luci, delle linee colorate, dei cerchi, dei punti luminosi, in pratica il World Wide Web. Solo questo, da solo, vale la lettura.
Il libro l’ha consigliato Daniele Barbieri, e me l’ha pure prestato perché in edicola non l’avevano – il libro è un’Urania da 4,20 euro ed è il primo di una trilogia. Questa è l’unica nota negativa: essendo il primo volume, molte vicende non trovano soluzione e il lettore rimane sospeso. Tocca aspettare.

Anche quest’anno ci sono i racconti a 4 mani da Remo Bassini e partecipo pure io, in coppia con Marco Freccero che conoscete già per la sua partecipazione a Più incipit per tutti.
I racconti di quest’anno sono, a mio parere, abbastanza originali. Mi pare, però, che questa ricerca dell’originalità, penalizzi la storia e molti racconti diventano confusi e poco scorrevoli. Ma siamo solo a metà viaggio e può ancora succedere di tutto.
Del racconto scritto insieme a Marco sono soddisfatta. Se ci sono errori o parti poco chiare segnalatelo. Può anche succedere, in fondo ne abbiamo fatto solo quattordici stesure.
Come, qual è? Scopritelo da soli, no?
Alla fine della tenzone lo pubblicheremo sui nostri blog, con qualche retroscena piccante ma per ora tentate di indovinare.

Altre novità mi pare di non averne, a parte una tecnologica ma ne parlerò in un post dedicato. 

* proprio oggi sul blog di Barbieri c’è questo interessante post sul libro di Sawyer e anche su molto altro. leggetelo

Annunci

5 pensieri su “Cosa volete che vi dica?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...