Leggere sotto l’ombrellone

Chi ama leggere lo fa in ogni luogo e quindi anche in spiaggia, anche se non è proprio il luogo ideale: sabbia che vola e si infila tra le pagine rendendo il libro gonfio e polveroso, palloni che arrivano sul lettino e bambini che corrono schizzando acqua gelata su pance bollenti. Io preferisco la piscina: a bordo piscina mi sono letta le 880 pagine di Underworld in serenità e senza ansia, mentre in spiaggia non l’avrei fatto. Continua a leggere “Leggere sotto l’ombrellone” →