Di libro in libro

Di recente ho letto alcuni libri scelti d’impulso e altri che avevo richiesto appositamente [vado sempre in una piccola biblioteca che non ha tutti i libri che vorrei ma ho scoperto i benefici del prestito interbibliotecario, una comodità che consiglio a tutti. Si verifica la disponibilità del volume sul sito OPAC Sebina (non mi accetta il link, scusate) per il Polo bibliotecario bolognese, ma esiste anche per le altre città, e si fa la richiesta alla biblioteca dove andiamo di solito. Comodo, no?] e ho fatto qualche scoperta.

Tipo Accabadora di Michela Murgia che già mi piaceva per come scrive gli articoli e per come sa puntare lo sguardo sulla società ma che ancora non conoscevo come scrittrice di romanzi. Non solo ha scritto una storia piena e forte ma ha usato un linguaggio affascinante e non banale, a metà tra la poesia e il cielo. Credo che la Murgia sia una delle migliori scrittrici italiane che io abbia mai letto.
Punto.

Passiamo ad Amélie Nothomb e al suo Stupore e tremori che mi ha un poco delusa. Sarà perché Voland, la casa editrice che la pubblica in Italia, la illustra come una grande scrittrice e io mi ero fatta un’idea di grande scrittura. La storia è carina ma si arriva in fondo ed è come non averlo letto. E se un libro ti lascia solo questo ci si domanda se non si poteva leggere altro. 

E ora, dulcis in fundo, passiamo ad Aldo Nove e la sua Vita oscena: ho il presentimento che non mi piacerà ma le prime pagine sono belle. Non ho mai letto nulla di Nove e ho deciso che era ora, ma questo presentimento…

 Noto che Aldo Nove è del 1967 come Amélie che in foto è di una bellezza imbarazzante. Cosa c’entra? Proprio nulla.

Per dire di come siano rivelatori i nick che vengono scelti: poco fa qualcuno ha visitato il mio profilo su splinder e se vi dico che il suo nick è ‘solorelazione’, cosa deducete?
Che questo post non si doveva intitolare Di libro in libro ma Di palo in frasca.

 

Annunci

4 pensieri su “Di libro in libro

  1. Sul sito Booksweb.tv c’è una lunga intervista (in due parti) a Michela Murgia. Basta inserire il suo nome nel campo di ricerca e compare. Purtroppo il sito usa Flash, e se il computer è vecchiotto le ventole iniziano a girare al massimo.
    Della Nothomb non so nulla. A parte che non ha il computer e risponde alle lettere dei suoi ammiratori, dedicandoci parecchie ore al giorno.
    Di Nove idem: sono piuttosto esterofilo.

    Mi piace

    1. Io sono stata esterofila per anni, fino a non sapere nessun nome di scrittore italiano vivente. Quando sono ‘ritornata’ mi sono stupita di tanti nomi che molti sembrano conoscere.
      Comunque, ora sto studiando qualche italiano

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...