Dove siamo finiti?

E, soprattutto, come ci siamo arrivati?
Ho sempre pensato che questo blog non fosse adatto a discutere di politica – non ho nemmeno le competenze per farlo – e non lo farò neppure oggi.
Vorrei parlare, però, di etica, di civiltà e di dignità: tutti valori che ritengo indispensabili e che mi pare abbiamo perduto.
Com’è possibile che assistiamo silenti allo spettacolo vergognoso di questa Italia dileggiata in tutto il mondo, un paese il cui rappresentante diventa un personaggio da fumetto, da videoclip, un personaggio da sbeffeggiare e deridere?
Com’è possibile che discutiamo di minorenni e festini lasciando gli altri problemi a ingigantire e spargere le loro metastasi in tutto il paese, soprattutto nelle parti deboli? Quando le braccia e le gambe [gli operai, le strutture sociali, la scuola e la cultura, i disoccupati e i poveri] saranno in gangrena, sarĂ  troppo tardi: avremo giĂ  perso le nostre parti migliori. Continua a leggere “Dove siamo finiti?” →