Senza zucchero, grazie

Noi non siamo per l’amore eterno, quello lui ama lei e vissero insieme felici e contenti. Per noi niente scene da mulinobianco e nuvole rosa e prime colazioni con biscotti, che poi sono tutte fregnacce e ormai non ci crede più nessuno. La verità, noi siamo per la verità: l’amore è sesso duro quando si può, e rapporti aperti e liberi. Sei d’accordo anche tu, no?
Sì, so che lo sei. Chi crede più alle favole? Non tu e non certo io. L’amore eterno non esiste, è stata tutta una montatura di Perrault e dei fratelli Grimm, poi ripresa dalla pubblicità anni 80: tutte quelle mamme bionde perfettine che sembravano la Barbie e i papà belli e aitanti come Big Jim e tutti sorrisi e miele, e mai uno screzio e mai la voce che si alzava. Alla fine, che palle! Una noia mortale. Noi siamo per le azioni decise, le emozioni forti e al diavolo il resto. Noi siamo per le richieste dure, le frasi secche: Vieni qui, abbracciami. Fammi sentire la forza, l’impeto, la passione, quella libera non vincolata da dolcezze fasulle. Continua a leggere “Senza zucchero, grazie” →

Del racconto e delle sue motivazioni – a quattrozampe è meglio?

Sabato ero qui con mio ‘fratello’ (non vi posso linkare il blog perché il fedifrago l’ha cancellato chelopossino) e si discuteva sotto al portico, complice un fresco venticello e un bicchierino di GM – che lui c’aveva la fissa per il GM quando ci conoscemmo e la prima volta che venne a trovarmi si presentò con una bottiglia del suddetto -, dei racconti scritti sul web e della presa che hanno sui lettori. Continua a leggere “Del racconto e delle sue motivazioni – a quattrozampe è meglio?” →

Un romanzo ambientato in un solo giorno

È possibile scrivere un romanzo che vive tutto nello spazio di un solo giorno? Certo. La storia si dipanerà tra le ore della giornata che si sta raccontando (naturalmente la scrittura deve essere ricca anche di riflessioni e pensieri, sempre che il nostro personaggio non sia un agente dei servizi segreti e non catturi sette spie internazionali e sventi altrettanti omicidi. Se è una “persona normale” avrà meno avventure e quindi la nostra scrittura si potrà dedicare a pensieri, a flashback, che serviranno anche per raccontare perché stiamo vivendo quella giornata, a sogni, riflessioni, analessi e prolessi e ogni altra amenità che ci passi per la testa). Continua a leggere “Un romanzo ambientato in un solo giorno” →

Romanzo più motivazione

Questa è la quarta ricerca fatta su google sulla scrittura di un romanzo. La questione non è molto chiara: si parla della motivazione intesa come  ‘tema’ del romanzo, o si parla della motivazione che ci spinge a stare seduti su questa sedia con questo caldo atroce invece di essere in piscina?
Le possibilità d’interpretazione mi paiono queste due e, anche se io credo che chi ha digitato la frase intendesse la seconda opzione, le possiamo esplorare tutte e due. Continua a leggere “Romanzo più motivazione” →

La scrittura è come il maiale

La scrittura è come il maiale
di Morena Fanti ©

Giulio batteva sui tasti con determinazione:

Gentile direttore generale,
da molti anni lavoro ai comandi dell’azienda, che per me è come una famiglia, con amore e rispetto per il mio lavoro. Rappresento un tesoro di precisione e ho ormai acquisito la necessaria devozione per capire le notizie e il peso delle imprese interessanti.
Ho realizzato per voi in tanti anni un ottimo lavoro di squadra ma so che gestire il budget e presentare un bilancio, non sono le uniche cose importanti per il nostro rapporto di lavoro. So che siamo stati bene insieme ma ormai è giunto il momento per noi di dividerci e di camminare su strade diverse.
Ora il nostro desiderio di successo presenta un lato negativo e non è più una missione comune, perciò lascio la mia funzione di responsabile “estero”.
Da oggi, e per il futuro, termina tra noi ogni rapporto. Penso sia la cosa giusta per tutti.
Vi auguro di proseguire con serenità il lavoro e di raggiungere sempre più grandi risultati e tanti obiettivi importanti.

Senza rancore
Giulio Blasi

Controllò se c’erano errori e stampò il documento. Lo rilesse e lo firmò, poi lo mise in una busta e si alzò per andare personalmente nell’ufficio del direttore e consegnargli le sue dimissioni. Continua a leggere “La scrittura è come il maiale” →

Vento Letterario – Fiera dell’editoria indipendente di qualità

Vento Letterario
Fiera dell’editoria indipendente di qualità
Prima edizione – Finale Ligure

Dal 16 al 18 luglio, dalle 17 alle 23, si svolgerà a Finale Ligure, in piazza Vittorio Emanuele II, la prima edizione della Fiera dell’editoria indipendente di qualità. Sarà presente una selezione di 20 editori e si terranno presentazioni nei bar e nei caffè della città dedicate a nuovi autori, nuovi libri, nuovi editori. Continua a leggere “Vento Letterario – Fiera dell’editoria indipendente di qualità” →