Vacanze romane

 

L’occasione di una presentazione (organizzata benissimo e con grande cuore da Anna Maria Curci) di un proprio libro è sempre un’occasione di cui essere felici. Se, inoltre, aggiungi il fatto di conoscere, e rivedere, amici che non vedi tanto spesso, e poi aggiungi un pubblico attento e interessato, alcune domande ‘belle’, una piccola folla che ti si avvicina e ti fa i complimenti, dediche e strette di mano, sorrisi e abbracci, e un cumulo di forti emozioni, allora la serata può dirsi, almeno per l’autore, un ottimo successo.
Se il tutto prosegue con una buona cena in ottima compagnia, qualcuno arrivato anche per il bicchiere [tazzina] della staffa, e la rilassatezza del dopo presentazione (traduco: due bottiglie di Chianti) che procura risate e allegria.
Se il giorno dopo te ne vai in giro, dapprima in compagnia (buona compagnia) e poi da sola, in una città meravigliosa, senza il pensiero dell’orologio e nessun impegno pressante, respirando l’aria e guardando con il naso in sù, ma anche in giù, che a Roma ci sono reperti e antichità ad ogni passo, se poi (aspirando alla mostra del Caravaggio ahimé troppo piena) arrivi davanti all’ingresso della mostra di Hopper e decidi di entrare. Se poi esci dalla mostra con i piedi che gridano vendetta e l’anima che giura di saper dipingere [la mostra è bellissima. ci sono molti quadri che procurano un senso di smarrimento, un’idea di meraviglia e un moto di ringraziamento verso chi permette che si compiano certe perfezioni. Siccome la mostra è molto ricca di bozzetti, schizzi e disegni preparativi dei quadri, si esce con l’idea di avere ca(r)pito qualcosa di molto profondo) e io sono sempre pronta a farmi catturare da emozioni e nuove idee.
Se poi trovi finalmente la stazione della Metro, dopo aver chiesto ad alcune signore romane che non ne sapevano nulla perché “io nun prendo mai la metro”, e aver camminato a sensazioni, e ti senti molto brava e già pratica della città, e poi rientri in una casa che ti fanno sentire tua e trovi amicizia e ciabatte morbide, e completi il pomeriggio con altre chiacchiere, sorrisi e scambi emozionali, allora è tutto perfetto e una presentazione si è trasformata in una vacanza, in un’occasione di gioia e di bellezza.

Lo so, non è un vero resoconto della serata, però è ciò che m’è venuto quando ho iniziato a scrivere.
Ah, dimenticavo: in treno ho letto altre pagine dal libro di Andre Dubus, Non abitiamo più qui. Un degno coronamento del resto. Due giorni stupendi. Grazie a chi c’era.

Annunci

9 pensieri su “Vacanze romane

  1. Se poi, accanto al romanesco dei mestieri più o meno onesti, aggiungi il gergo giovanile della capitale come… piccolo capitale linguistico, allora il sorriso di Morena ricercatrice instancabile si allarga 🙂 ! Un saluto dalla tribù del Giuliano.Dalmata

    Mi piace

  2. avrei voluto esserci, ma purtroppo ho dovuto rinunciare.
    spero tanto di poterlo fare alla prossima occasione, lo spero proprio.
    ma sono felice per voi due, so l’entusiasmo di Anna Maria e la bravura di Morena.
    un abbraccio a entrambe.

    Mi piace

  3. Beh, mi pare che gli ingredienti per un “piatto” gustoso ci siano tutti, a cominciare dalle anime partecipanti, dal loro calore e dagli intenti.
    Colpito e affondato, allora, chiunque abbia potuto esserci.
    Brave. 🙂

    Mi piace

  4. Si capisce bene che sono state due giornate importanti sotto molti punti di vista. Sono molto felice per te tesoro, e un tantino invidiosa. Anzi invidiosissima che anche io vorrei visitare Hopper e il Caravaggio. Spero di poterlo fare a maggio.
    Della serata ne parlerai in un altro momento se vorrai, qui hai parlato delle persone e dello spessore che le persone lasciano in noi. Credo che sia la cosa più importante.
    Abbraccio

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...