Piccolo è meglio?

Io credo nella piccola e media editoria. Credo anche che essere editori oggi presenti tante difficoltà in più di come poteva essere fare l’editore cinquant’anni fa, ma anche tante opportunità.
Una casa editrice è un’impresa e come tale deve rendere, anche se naturalmente ogni impresa al suo inizio deve mettere in conto di subire una perdita. All’inizio si investe e il guadagno si reinveste; in ogni azienda commerciale o di servizi si segue questo iter.
Ma ogni imprenditore che ami il suo lavoro cerca di farlo al meglio e di sviluppare la propria attività, e questo oggi, grazie alla rete, è possibile farlo con mezzi nuovi (per chi ha voglia di proporsi e di divulgare il proprio lavoro).

Intermezzi è una casa editrice nata nel 2008, questo è il blog di Intermezzi e qui potete leggere la storia di questa nascita. Ora Intermezzi ha lanciato un ‘appello’ proprio usando la rete e i mezzi che il web mette a disposizione, come anobii e in seguito facebook. Quindi, proprio per caso, su invito di un’amica, sono venuta a conoscenza di questa idea che ora vi rilancio. Questo è il post dove trovare tutte le informazioni necessarie.
Intermezzi cerca lettori! Su, che aspettate a proporvi?

E poi, due parole su una cosa bella accaduta qualche giorno fa. 
Un editore mi ha scritto. No, che avete capito? Non mi ha scritto per sapere se sto scrivendo un romanzo… Mi ha scritto per ringraziarmi per la mia recensione (una recensione, indipendentemente dal fatto che sia ‘buona’, è un atto di attenzione verso un prodotto) a un libro pubblicato dalla sua casa editrice. Siccome è la prima volta che mi capita lo dico pubblicamente. A parte gli editori che conosco personalmente o con cui ho scambiato qualche mail, gli altri non hanno mai detto una parola (non che siano obbligati ci mancherebbe. Io le recensioni le scrivo per piacere personale. Dovrei dire “scrivevo”: da quest’anno ho deciso che non ne farò più, a parte libri speciali ovvio).
Cito anche il nome, mi pare si possa fare. Tanto basta guardare la recensione che ho pubblicato per ultima. L’editore che ringrazia (e anche in un modo molto gentile) per le recensioni ai libri pubblicati dalla sua casa editrice è Marco Valerio, che è sul mercato da dieci anni e che mi pare una casa editrice molto seria e che lavora con onestà e correttezza.

Si parla tanto di preferire la piccola e media editoria poi si finisce sempre a parlare delle case editrici grandi. Quando ci sono iniziative interessanti o cose belle che accadono, trovo giusto parlarne. Chi lavora con passione e serietà va premiato.

 

 

Annunci

5 pensieri su “Piccolo è meglio?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...