Seduta sul letto

eri l’odore di una camicia ancora tiepida
che raccolsi in quella domenica di marzo
mentre tua madre chiamava per la messa
e il mondo apparecchiava guerre
nel lunapark del profitto.
mangiavo caramelle mou seduta sul letto
gambe incrociate
– lusinghe disattese da troppo tempo –
nelle calze al ginocchio
di quei giorni asmatici

* testo tratto dalla raccolta inedita In una terra di mezzo. Alcuni testi della raccolta sono pubblicati in Poeti profeti? (Fara editore, 2009) e fanno parte dello spettacolo Sconosciuti, con musiche di Marco Sforza.

Annunci

Un pensiero su “Seduta sul letto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...