Scrivendo – 3 [tra racconto e romanzo]

Qual è la differenza sostanziale tra il racconto e il romanzo?
Di differenze ce ne sono più di una, ma è opportuno focalizzare l’attenzione su quelle determinanti.
È evidente che se mi trovo di fronte un testo di ottanta pagine sarà difficile chiamarlo ‘racconto’; stessa cosa se mi trovo davanti un testo di trenta pagine: non posso chiamarlo romanzo. Anche se le ottanta pagine, troppo sviluppate per un racconto, sarebbero forse poco trattate per essere un romanzo.
Ma ora non occupiamoci della lunghezza dei nostri testi. Penso sia meglio parlare della vera discriminante, che è l’IDEA.
Un racconto si deve basare su un’idea forte, su un’immagine che fornisce un input, una ‘spinta’ all’azione.
Anche nel romanzo ci vuole un’idea, ma non una sola, bensì molte idee che si intrecciano e formano la storia. Nel romanzo ci saranno anche storie secondarie e personaggi secondari. Nel racconto non c’è niente di ‘secondario’, tutto è in funzione dell’IDEA.
E come viene l’idea? Come nasce nella nostra mente?
A volte mentre parlo con qualcuno, una frase che dice l’altra persona mi suscita un’immagine. Anche mentre guardo un film può succedere, o mentre leggo un libro, certo. Ma spesso le immagini arrivano da sole. Non escludo che siano elaborazioni della mente e che siano sempre suscitate da discorsi sentiti, film visti e libri letti.
È vero, infatti, che vivere favorisce la scrittura, ma è anche vero che la mente vivace inventa e crea.
Focalizziamoci, quindi, su un’idea.

Se avete idee ballerine, potete iniziare la scrittura del vostro racconto.
Io vi do due spunti di racconti da ‘esaminare’. Il primo è Eveline [racconto bellissimo in cui apparentemente non accade nulla e si racconta tanto.  Ci sono molte cose interessanti da notare in Eveline] di James Joyce, tratto dalla raccolta Gente di Dublino. Qui la pagina wikipedia di Eveline. Per chi vuole ho anche il testo copiato sul pc e lo posso inserire sotto. Chiedete e vi sarà dato ; )
Il secondo è Un brav’uomo è difficile da trovare (che potete leggere al link) di Flannery O’Connor. Questo della O’Connor è molto più lungo di Eveline, ma è interessante. Consiglio di leggerlo. Qui c’è una forte caratterizzazione della nonna che io trovo magistrale.

Attendo commenti, sui racconti e anche sulle idee.

Annunci

9 pensieri su “Scrivendo – 3 [tra racconto e romanzo]

  1. Cara Morena, sì, credo che la differenza tra racconto e romanzo possa essere quella ipotizzata da te, ma anche, se vogliamo, quella che vede nel racconto la cronistoria di un fatto, mentre nel romanzo la descrizione di un ambiente o di una o più persone (con i relativi fatti che le riguardano: mai dimenticare la massima di manzionana memoria: i fatti).

    se mi mandi eveline te le ne sarò grato, così non devo cercare gente di dublino tra casa mia e quella dei miei (dove probabilmente l’ho lasciato). su o’connor vedrò di procurarmi il testo.

    idee per un racconto: di solito a me vengono in mente osservando la gente passeggiare o passare o aspettare il tram. per esempio, l’altro giorno…..

    idea per un romanzo: un classico. storia di una generazione. troppo giovani per il sessantotto, troppi vecchi per il resto.

    ciao

    sandro

    ps: ho appena aperto un nuovo blog nel quale pubblicherò a rate un poema/racconto. come sai il tuo giudizio è prezioso per me. ariciao sandro

    Mi piace

    1. certamente nel racconto c’è (spesso) un fatto solo, quello che determina la necessità/voglia di scriverlo.
      nel romanzo c’è una storia più complessa che comprende più fatti che si intrecciano e si combinano fino ad arrivare ad un finale più o meno aperto, dopo aver vissuto e conosciuto i personaggi e gli ambienti in cui si muovono.
      nel romanzo, essendo più corposo, c’è spazio per descrizioni, introspezioni, ricordi. nel romanzo ci sono anche storie secondarie che escono a tratti e si mescolano con la storia principale.

      sì, anche a me le idee per i racconti vengono così. e sono sempre molto immediate.
      sul romanzo si deve lavorare molto di più. anche sull’idea.
      grazie Sandro

      Mi piace

  2. Ricordo infatti da studi universitari (semiotica, I suppose) una definizione secondo cui “il racconto si basa su un’idea forte, il romanzo su un’idea debole”. Non è sempre così, chiaramente ci sono esempi di racconti debolucci e romanzi intensi dalla prima all’ultima riga seguendo un unico filone narrativo, ma di norma è questo che accade.

    Il racconto va esaurito in poche pagine (e come dici tu, la lunghezza è spesso arbitraria), possibilmente con un inizio, uno svolgimento e una fine, mentre il romanzo può dipanarsi in modo più o meno “allungato”, e anche aprire la strada ai numerosi sequel che ultimamente vanno tanto di moda.

    Mi piace

    1. Grazie Marta.
      Io credo sia vero che il racconto necessita di un’idea forte (anche quando, in apparenza, non accade nulla). Nel romanzo, invece, l’idea potrebbe anche essere debole ma deve essere sostenuta dall’inizio alla fine. Ogni evento deve condurre là dove immaginiamo di volere andare.

      Mi piace

  3. Ciao, io scrivo racconti e mi trovo completamente in accordo sulla questione dell’idea forte, attorno alla quale ruota tutto. Non mi sono mai cimentato con un romanzo, è affascinante pensare di scriverne uno ma l’impulso mi manca, forse proprio perché è “l’idea” con la sua centralità ad attrarmi. Penso che tornerò da queste parti, dato che raramente ho occasioni di confronto con altri “raccontisti” 🙂 A presto. Ovviamente, se hai voglia di far un giro sul mio blog sei la benvenuta.

    Mi piace

  4. Un classico e’ un romanzo che riesce ad andare oltre la storia che racconta… Penso al recente Gli anni al contrario di una scrittrice esordiente che si chiama Nadia Terranova che ha pubblicato con Einaudi e che ha una maturità e una capacità di emozionare che da decenni non capitava di provare a me è a molti altri lettori!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...