Ricordati il latte

Evidentemente il latte è l’alimento che scarseggia in ogni casa – può essere anche un’ottima scusa per uscire un po’ (Gianni Morandi docet) e andarsene per i fatti propri vagabondando per le strade e facendo incontri ‘proibiti’ – , se per indicare una lista di cose da fare si sceglie come nome Remember The Milk.
Delle liste TO DO vi ho parlato ieri, nella recensione del libro di Marco Codebò, Appuntamento, e delle liste in generale ci parla Umberto Eco nel suo ultimo libro Vertigine della lista, libro che non ho letto ma che indica come le liste e la passione per le medesime, sia argomento di grande attualità e anche di un certo fascino.

Di solito uso poco anche l’agenda. Cerco di ricordarmi le cose più importanti, che sono appuntamenti e scadenze di pagamenti. Al resto non faccio molto caso, quindi mi dimenticherò sicuramente del vostro onomastico, forse del compleanno e probabilmente di ogni altra cosa.
Devo dire che finora non ho usato molto le liste scritte. Faccio uso abbondante di ‘liste mentali’ (beh, certi si fanno le pippe mentali,  io potrò farmi le liste, no? Forse fanno meno male. Non sono certa ma mi pare sia così) e non dimentico molte scadenze (solo alcune, di solito di pagamenti, ma poi pago la mora e tutto si sistema) e nessun appuntamento. Quindi (forse) non mi serve Remember The Milk.
Però provare non costa nulla. E poi, non vorrete mica che io mi privi di un qualsivoglia strumento che il web ci offre?
Ed ecco quindi che anch’io ho la mia lista ‘ricordati il latte’. Mi sembra molto comoda, se ci si ricorda di aprirla tutti i giorni ovvio. Comunque si può scegliere anche di farsi spedire un avviso nella casella di posta per le cose importanti in scadenza. Mi sembra una cosa buona, se ben gestita.
Ho già osservato tutte le scadenze della settimana e sono a buon punto. A parte un’incombenza che sto rimandando da un po’ [se una cosa non ci piace molto è possibile cambiare la data e posticipare la scadenza. Lo so, rimarrà sempre lì… però, per un po’ si può fingere che non sia urgente].
Ricordatevi il latte, mi raccomando.

Annunci

4 pensieri su “Ricordati il latte

  1. Ma che cosa deliziosa, questo latte da ricordare!
    Per fortuna esiste il latte a lunga conservazione lo acquisti lo metti in dispensa e puoi dimenticarti di ricomprarlo per settimane.
    Anche io ho la mia agenda per il lavoro, mentre per il resto mi affido alla memoria, fino allo scleramento, quando cioè troppe sono le cose da ricordare che inizio a non dormire la notte. Cosi, foglio bianco latte alla mano, butto giù tutto ciò che è “undo” …e riprendo a dormire con tranquillità!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...