L’anno è aperto – Prosit

È terminato da poco il Concerto di Capodanno dei Weiner Philharmoniker (evento che per me significa entrare nel nuovo anno. Senza questo concerto non mi sembra di averlo iniziato davvero), diretto, in modo magistrale,  per la seconda volta dal maestro francese Georges Prêtre.  Ora sì, che l’anno si può considerare ufficialmente aperto!
Devo dire che io ho una predilezione per Zubin Mehta, che ha diretto nel 2007 e che potete ammirare nel video qui sopra, ma Georges Prêtre (85 anni!) quest’anno è stato superlativo. La scelta dei brani era eccellente e il concerto è stato perfetto e meraviglioso. Un buon modo di iniziare l’anno. L’arte e la bellezza ci riconciliano con il mondo, e io ne avevo bisogno assai.
Voglio anche mandare un grazie a Valentino che ha disegnato e creato dei capolavori di abiti per il balletto. Capolavori attraverso lo schermo tv; posso solo immaginare cosa siano quegli abiti visti da vicino.

Spero verrà un giorno in cui la tecnologia ci permetterà di entrare nello schermo e arrivare direttamente a teatro, ammirare i ricami creati da Valentino e abbracciare Georges Prêtre e dirgli Grazie.

Buon 2010. Prosit!

* non dimenticate il post precedente: la poesia di Vincenzo Celli fa venire voglia di abbracciare anche lui 😉

 

Annunci

5 pensieri su “L’anno è aperto – Prosit

  1. sarò un nostalgico ma io preferisco il concerto dei Weiner Philharmoniker rispetto a quello introdotto qualche anno fa (chissà perché, forse sulle spinte leghiste), dal teatro la Fenice.
    Insomma, un conto è iniziare l’anno con il Va’ pensiero del nabucco. Altra cosa è la marcia di Radetzky…

    Mi piace

    1. a chi lo dici. io non mi considero una nostalgica, ma fra i due concerti non c’è paragone. senza il concerto da Vienna non mi sembra neanche che sia iniziato il nuovo anno. il primo anno che hanno organizzato il concerto dal teatro La Fenice mi sono molto irritata.
      Anche ieri ho tentato di seguirlo ma non mi piace per nulla, nè la scelta dei brani, né il resto. uff

      Ciao Pani. Auguri.
      e auguri anche a Cristina e a Romaguido 😉

      Mi piace

  2. Bè io con la marcia ho alzato il volume al massimo. Mi piace moltissimo e mi immagino sempre sui pattini. Sono irrecuperabile ormai.
    Sono due anni che non guardo il concerto di apertura. Quest’anno l’ho preso in coda. Mi è parso proprio un’altra cosa, anche se non mi è dispiaciuto che il teatro fosse La Fenice. Un teatro risorto dalle ceneri e che merita ogni attenzione possibile. Anche solo per il fatto che è un teatro,
    luogo che io adoro.
    Prosit

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...